La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

Cronache dal Palazzo

Il meridione ha avuto una grande fortuna, ossia che il virus sia esploso inizialmente al nord. Avrei voluto vedere gli ospedali meridionali se l’epidemia si fosse manifestata per primo al sud, ospedali spesso saliti agli onori (?) della cronaca per disservizi vari, sia in termini di malasanità (decessi dovuti a diagnosi errate o tardive, o conseguenti a dimissioni premature, carenza di presídi sanitari, assenteismo del personale) sia per altri fatti non inerenti all’ambito dell’assistenza, vedi ad esempio i recenti furti ai danni di ricoverati e personale medico a Napoli, insetti nelle corsie, spaccio di stupefacenti ed altre vicende non molto edificanti, inmmaniera molto suoeriore alla media nazionale.

La tanto vituperata Lombardia (dove peraltro molti meridionali vengono a farsi curare) ha avuto la DISGRAZIA di dover fare da apripista ad una malattia non ancora conosciuta e di aver scelto – purtroppo – di seguire pedissequamente i protocolli ministeriali. Non solo, ma quando il governatore Fontana si è spinto a chiedere da subito l’isolamento, inizialmente questo provvedimento gli è stato negato, mentre il sindaco Sala invitava ad abbracciare un cinese (il che non sarebbe nemmeno stato male essendo sicuri del suo stato di salute) ed il segretario Zingaretti brindava con aperitivi lungo i Navigli (ed il virus se lo è beccato pure lui, anche se in forma lieve).

Ed ora un pentastellato di poco spirito, tale Ricciardi,non trova altro che criticare la sanità lombarda…

No comment!

11 Risposte

  1. Vogliamo aggiungere carissima i tagli alla sanità che hanno depauperato di posti letto e chiuso interi nosocomi? Le “riforme” richieste da una macchina infernale che ci ostiniamo a chiamare Unione Europea, che abbiam visto che razzo di unione di popoli è. E aggiungiamo anche che giravano indicazioni di protocollo fornite dai cinesi che si sono rivelate totalmente fallaci? E che gira voce che fosse stata fatta una massiccia campagna vaccinale nelle RSA della bergamasca? I lombardi sono stati un bieco spietato esperimento. Ah già, ma se dici così sei un “complottista”
    Poveri lombardi, poveri i nostri vecchi… Un abbraccio

    Piace a 1 persona

    21 Maggio 2020 alle 18:17

    • La diminuzione dei posti letto, la chiusura di molti “punti nascita”, molte attrezzature sanitarie acquistate e fatte praticamente arrugginire inutilizzate nei magazzini…sono cose che gridano vendetta. Purtroppo ho diretta conoscenza dei nosocomi del sud, e non posso dire molto bene: pur trovando a volte personale davvero preparato e gentile, le attrezzature, i posti letto e tante altre cose erano davvero inadeguate. Tutt’altra cosa a Milano, dove per due volte è dovuto ricorrere al ricovero mio marito, e a Bolzano, dove recentemente mi hanno operata al braccio per una frattura. C’è poco da dire, sono due mondi, purtroppo, molto differenti. Ricambio l’abbraccio, cara Monica ❤

      "Mi piace"

      22 Maggio 2020 alle 19:19

  2. Quei morti esigono rispetto,
    ingiunge il leghista Giorgetti. Forse dimenticando di essere il vice di chi, per anni, si è presentato sui luoghi di tutte le catastrofi. Di tutti gli omicidi “giusti”. Come un bombo necrofago. Ronzando da una tragedia all’altra con la sua panza felputa solo per farsi un po’ di pubblicità. Si parla delle vittime lombarde dell’epidemia, a ogni modo. Ormai quasi sedicimila. Che non vanno solo rispettate, ma onorate. Non con il silenzio complice e para-mafioso. Cercando di scoprire perché sono state così tante. Individuando i responsabili di certe decisioni e smascherando i loro padrini politici. Lasciamo stare l’ospedale milanese costruito in fretta e furia, e con una spesa di venti milioni di Euro, che ha finito per non essere utilizzato. Cose del genere sono successe anche altrove. Anche a New York. Partiti in ritardo, si è corso per prepararsi a un peggio che, per fortuna, poi non c’è stato. Torniamo indietro. Ai primi giorni dell’epidemia. Quando i positivi erano trasportati da un ospedale all’altro senza precauzioni. Quando il sistema sanitario di mezza regione è stato trasformato in un focolaio d’infezione. Nessuno osi tirare in ballo medici e infermieri. Quelli ancora vivi. Quelli che non sono finiti dalla parte sbagliata delle statistiche di sopravvivenza. Loro sono stati semplicemente eroici. Davvero. Come i folgorini a El Alamein. Costretti a fermare i carri armati a colpi di bombe a mano e a costo della pelle. Secondo una delle peggiori tradizioni nazionali. Quella che ci vede scendere in guerra quasi disarmati. Come quei medici si sono trovati a combattere il Covid senza un’adeguata scorta di mascherine e indumenti protettivi. Per non dire di respiratori e altro. A causa dell’inerzia dei loro dirigenti. In un sanità affidata alle regioni, tutti di una sola parte politica. Quella che governa la Lombardia da decenni. E che se volesse davvero rispettare i morti, dovrebbe cominciare col raccontare la verità.

    "Mi piace"

    21 Maggio 2020 alle 23:51

    • Ospedale costato 20 milioni di euro VERSATI DA PRIVATI, quindi senza nessun esborso da parte dello stato, che non è nemmeno stato capace di fornire i necessari presìdi sanitari, iniziando dalle mascherine; ospedale che PER FORTUNA, non è stato interamente utilizzato, o avresti preferito che tutti i letti fossero stati occupati? Governo che ha promesso incentivi ai sanitari che si sono prodigati durante l’epidemia ed ora che è praticamente passata si è dimenticato bellamente di loro, preferendo elargire mancette per l’acquisto di biciclette e motorini. No, questa Italia non mi piace, iniziando proprio da quel Ricciardi. In quanto a chi con la sua “panciona felputa” si è recato sul posto delle catastrofi, che pretendevi? Se non fosse andato, tutti si sarebbero scagliati contro di lui. Ma non ha fatto però come mister Pochette, che si è recato praticamente di notte ed in incognito, ad emergenza passata, in Lombardia…

      "Mi piace"

      22 Maggio 2020 alle 19:05

  3. “Quello è solo un no all’Europa”.
    Lo dice il Bandana: uno dei loro, se non si parlasse di milardi. Di cifre così grandi da necessitare una traduzione. Se divido per sessanta milioni d’italiani, però, un miliardo si trasforma in 15 Euro a cucuzza. E i trenta e passa miliardi del Mes diventano 500 Euro per ognuno di noi. (Chiaro: non direttamente nelle nostre tasche; al nostro paese per affrontare le spese per la lotta al covid). Per una famiglia di quattro persone, 2.000 Euro. Prestati senza condizioni. Da restituire a nostro piacimento. Con un misero 0,1% d’interessi. Poi ci sono gli Euro dell’accordo franco-tedesco. Per l’Italia sono 100 miliardi e per ogni famiglia altri 6.000 Euro. (E in totale sarebbero 8.000) Non in prestito, questi: proprio regalati. Una manna dal cielo? No, come non lo è stato il piano Marshall. Solo il minimo per ripartire. L’inizio, a ogni modo, di una condivisione europea dei rischi finanziari. Di che cominciare a sperare, se ne non si è tra i cialtroni del nazional-populismo (purtroppo, non tutti all’opposizione). Per loro il Mes vale Bibbiano. I loro militanti non ne sanno una cippa, ma basta nominarlo perché mettano mano ai forconi. Quanto al piano di Macron e Merkel, vai a sapere. Servono logiche terrapiattiste, per capire le sragioni per cui dovremmo rifiutare quei soldi. Tranne la più banale. Poter poi continuare a strillare contro l’Europa che non farebbe niente per noi. (E che abbia già fatto tantissimo, anche in questi mesi, poco importa). Che volete, mentre le organizzazioni di agricoltori mandano aerei a prelevare i braccianti in Africa, non si può farneticare contro i “negher”. Perlomeno che l’Europa resti cattiva e lontana, altrimenti Mojito Papeete sarebbe costretto a fare scena muta. Non pensano a lui, a ogni modo, i suoi amicuzzi che vorrebbero non ci arrivasse nulla. Gli austriaci per cui i negher siamo noi. Orban e gli altri di Visegrad che vivono di fondi europei e li vorrebbero tutti per loro. Alleati che spiegano quasi tutto dei nostri sovranisti. Con il Tricolore sempre in mano, ma con interessi chissà dove. Molto filo-russi, un po’ meno filo-cinesi e per niente filo-italiani.

    "Mi piace"

    23 Maggio 2020 alle 17:00

    • Al MES sono e sarò sempre contraria. Berlusconi può dire quello che vuole, ma i lacci e lacciuoli che il MES comportano, sono molto pericolosi e per quella cifra non conviene davvero, perché deve essere obbligatoriamente utilizzata solo per spese sanitarie. Per i 100 miliardi è ancora tutto da vedere. Innanzitutto saranno davvero 100 miliardi? L’Europa non si è ancora pronunciata, e poi alla condivisione dei rischi da parte dei partners europei non credo affatto: Austria, Finlandia, Olanda, ed altri si sono già espressi chiaramente. Che poi per l’Austria i negher siamo noi, è più che lecito, dopo che TUTTI gli altri paesi hanno riaperto, mentre noi insistiamo con la paura ed il confinamento: logico che pensino “Non sono sicuri loro, dobbiamo fidarci di loro?”.
      Intanto ho visto una buona raccolta fondi sull’ultimo collocamento dei BTP. Sarei stata tentata pure io, ma finché c’è questo governicchio di squinternati che buttano via soldi solo per chissà quale ragione di certo non gli affido i mie (pochi) risparmi.
      Non sono capaci di organizzare un tubo, dimenticano gli aumenti promessi al personale sanitario, lasciano le pensioni di invalidità a 285 euro mensili, non mandano i ragazzi a scuola, mentre la loro ministrA (uso il femminile boldriniano solo in versione spregiativa, sia ben chiaro) dice che i nostri giovani non sono imbuti da riempire e, peggio la pezza del buco, afferma che si parla dell’imbuto di Norimberga; quando c’è un ministro della giustizia palesemente incapace, che non si è ancora espresso per le chat di Palamara, e che va a commemorare il Giudice Falcone dopo aver fatto scarcerare centinaia di mafiosi; quando questi pressapochisti hanno bisogno dell’appoggio di Renzi che deve avere un bel po’ di pelo sullo stomaco per affermare che l’opposizione ha ragione, ma sostiene comunque il governo; quando un qualsiasi Tontinelli si fa vedere tutto sorridente sul monopattino; quando una Bellanova viene smentita da molti italiani che lavorerebbero volentieri nei campi; quando i 50 milioni promessi alle aziende per la sicurezza sanitaria finiscono dopo appena un secondo; quando c’è un Giuseppi che non sa più quali balle inventare, che va avanti a colpi di DPCM esautorando di fatto il Parlamento, senza considerazione alcuna per i giornalisti, sia in termini di orari non rispettati che di risposte arroganti quali sono le sue…..se a te stanno bene, te lo avevo già detto tempo addietro, tieniteli pure. Solo che tu sei accecata ideologicamente: citi il Papeete, ma di concreto, POLITICAMENTE PARLANDO, cos’hai? Io almeno ho apportato dei FATTI.
      NB(a proposito, non è che vanno a prelevare i braccianti in Africa con gli aerei: lo ha fatto un agricoltore trentino prendendo 8 (otto) lavoratrici rumene che lui aveva già istruito per la potatura delle viti, che qui da noi sono un patrimonio).

      "Mi piace"

      23 Maggio 2020 alle 18:46

    • Dimenticavo un’altra cosa: ormai anche i 5 stelle sono tali e quali agli altri: hanno abolito la rendicontazione degli scontrini (dove molti baravano, specie per le spese telefoniche), o fanno assumere i compagni di scuola, come ha fatto recentemente Giggino.

      "Mi piace"

      23 Maggio 2020 alle 18:52

  4. Io non sono accecata polticamente se permetti, sono i tuoi post che denotano SEMPRE un livore verso ogni provvedimento del governo e l’operato di chi non la pensa come te. Credo di averti esposto fatti, non parole , ma di fatti, se Salvini vincerà alle prossime elezioni ne vedremo di belli. Buona serata.

    "Mi piace"

    23 Maggio 2020 alle 21:56

    • Ti sembra proprio che questo governo stia agendo bene? Sta massacrando tutte le partite Iva ed i piccoli imprenditori. Teoricamente dovrei fregarmene, in quanto ormai pensionata, per giunta del comparto parastatale, invece mi preoccupo davvero, perché è proprio la libera impresa che mantiene l’Italia. Anche il precedente governo, fatto con La Lega non mi è piaciuto più di tanto. Ho ritenuto dannosi i provvedimenti economici presi, iniziando dal reddito di cittadinanza elargito con troppa leggerezza (dato perfino a mafiosi e ex brigatisti), e pure quota 100 non mi ha convinto più di tanto. Citami allora qualcosa di buono che questo governo ha fatto.

      "Mi piace"

      24 Maggio 2020 alle 08:37

  5. Con questo mio scritto, termino i miei commenti, certa che su questo argomento, non ci sarà mai tra di noi una condivisione. Mi sembra giusto che ognuno la pensi a modo suo. Buon proseguimento.
    Cassa integrazione in deroga autorizzata non più dalle regioni ma dall’Inps, che anticiperà il 40% su tutti gli assegni entro 15 giorni dalla domanda.
    Altri 20 miliardi per gli ammortizzatori sociali: 5 miliardi finanziati dal decreto Cura Italia. 15 miliardi rifinanziati dall’ultimo decreto.
    600 euro subito per autonomi e partite Iva più un ristoro da 1000 euro.
    3 miliardi e 250 milioni per la sanità
    1 miliardo e mezzo in due anni per la scuola.
    Rinnovo bonus baby sitter, che addirittura raddoppia a 1200 euro.
    Rinnovati i congedi parentali.
    La cultura finalmente rimessa al centro della vita sociale ed economica di questo Paese.
    Incrementati fondi disabilità per oltre 150 milioni di euro.
    Non sono chiacchiere. Sono numeri. Senza precedenti.
    Nessuno ha la bacchetta magica.
    Ma qui ci sono un Presidente del Consiglio e un governo che, nel pieno della tempesta perfetta, hanno sempre lavorato per dare risposte agli italiani, lottando anche contro gli sciacalli che ogni giorno hanno fatto di tutto per delegittimare, attaccare, destabilizzare al solo scopo di ricavarne consenso.
    Siamo di fronte a una manovra enorme per dimensioni, investimenti, risorse, che restituisce fiato e respiro a un Paese che rischiava di finire gambe all’aria.
    Domani tornerete a vomitare la vostra bile quotidiana.
    Stasera c’è solo da applaudire questo governo, questo premier serio, composto, istituzionale, che, senza mai una parola fuori posto, fa la cosa più semplice e difficile del mondo: Politica.
    Senza lasciare indietro nessuno. Nessuno.

    "Mi piace"

    24 Maggio 2020 alle 23:52

    • Permettimi di sorridere (amaramente). Soldi che ben pochi hanno visto, solo in minima parte. La grande potenza di fuoco mai vista, che appunto ben pochi hanno visto, basta leggere tutti i giornali. Chi sostiene questo governo ormai è rimasto solo il fatto quotidiano. Gli altri si sono resi conto, chi più, chi meno, che i soldi promessi non ci sono. E circa 100mila esercizi commerciali non hanno riaperto. Buona giornata.

      "Mi piace"

      25 Maggio 2020 alle 09:41

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...