La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

Articoli con tag “zia

Inverno

image

Nevica al sud… e qui a Bolzano invece nulla, solo freddo.
Ricordo allora l’unico Natale trascorso presso Caserta, dalla mia nonna, con un leggero nevischio che aveva messo in subbuglio l’intero paesino. Quella leggerissima spolverata aveva creato allegria perché molte persone non avevano mai visto la neve in vita loro se non in cartolina.
Faceva freddo nel piccolo appartamento: le porte della camera da letto e del salottino erano chiuse e a scaldarci, in cucina, c’era solo il braciere, il grande bacile di rame con il largo bordo di legno sul quale appoggiare i piedi.
Sulle spalle, uno scialle traforato lavorato a maglia… e tutti noi intorno a raccontarci storie per passare la serata, mentre nonna sferruzzava o lavorava all’uncinetto, con il rosario che pendeva dalla tasca del grembiule, mentre zia ogni tanto ravvivava le braci con un ventaglietto. Altri tempi, altri sapori, altri profumi…

image

(immagini da internet)

Un bacio, nonna e zia ❤


Inviato dal Veloce promemoria


Alzheimer

Mattinata triste.

Una scappata a trovare una vecchissima zia, in una casa di riposo in Trentino, da tempo ormai ricoverata là.

Uno stanzone squallido, una sedia a rotelle ai braccioli della quale era attanagliata, quasi ad aggrapparsi ad un’esistenza che ormai non le appartiene più, con le mani secche, tremolanti, ma dalla presa ancora vigorosa. Lo sguardo sperduto, che trapassava tutto, non solo i vetri davanti ai quali stazionava, ma anche noi, venuti a trovarla. Un sorriso smarrito, la mente persa chissà dietro a quali pensieri, visto che ormai per lei il tempo non ha alcun significato..oggi…ieri…domani.

Mia cugina la accudisce, quasi i ruoli tra madre e figlia si fossero invertiti. Una tristezza…. e dato che anche un’altra sorella di mia madre era stata colpita dalla stessa malattia, ringrazio il cielo che sia rimasta immune da quel morbo che ti toglie ogni capacità intellettiva, riducendoti a vegetare.