La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

Articoli con tag “Tobin tax

Governo

Tutte, dico tutte, le manovre di questo governo si stanno rivelando dei flop colossali.
Non bastava l’aumento dell’IVA, tradottosi in una contrazione dei consumi e quindi in un gettito minore, per non parlare poi degli effetti collaterali quali la conseguente chiusura o fallimento di molte aziende. Lo stesso dicasi per la Tobin tax, le accise sulla benzina e i tabacchi.
Pure la super tassazione dei natanti ha provocato un gettito minore, cosa che si sta verificando adesso con il superbollo per le auto di maggiore cilindrata con un crollo delle immatricolazioni del 35% e dei passaggi di proprietà dell’usato del 37%. Per aggirare tutta questa marea di tasse molti si rivolgono al mercato leasing fuori dall’Italia, così lo stato ci perde sempre di più.
Credevo che con Monti si fosse toccato il fondo, ma questi sono peggio e per di più incompetenti. Vedi il pasticcio dei rimborsi ai professori richiesti indietro, provvedimento poi revocato (ma se erano aumenti non dovuti perché li hanno corrisposti?). Vedi le tasse sulla casa, mini Imu tarsi tasi iurc… ed ancora non sappiamo quanto si dovrà pagare. La proposta di legge sul lavoro di Renzi devo ancora affrontarla, causa influenza, però a naso sembra che l’influenza l’avesse lui. E le solite priorità: nozze omosessuali, svuotamento delle carceri cui si aggiunge la liberalizzazione della cannabis. Ci si mette pure la comunità europea con il cognome materno!

Siamo alla frutta.

 


Inviato dal Veloce promemoria


pilloline amare

Il nuovo che avanza

 Lo ammetto, all’inizio c’ero cascata pure io.

Renzi sembrava il nuovo che avanza, ma è giovane solo di aspetto mentre  le sue idee ed il suo modo di agire sono quelle della DC più vecchia che ci sia che, mescolata ai residui del vecchio PC dà un mixer deleterio.

Così inizia con l’appoggio a Letta, e questo era pure prevedibile, però con i ricatti. Io ti sostengo, certo, ma solo se fai come dico io. Poi parla di ius soli e cosucce del genere, perché deve accontentare quegli extracomunitari che lo hanno votato. Un piccolo dittatore, insomma, e dai progetti non certo nuovi, anzi sempre i soliti: tasse, tasse ed ancora tasse…Poi come presidente dà un contentino a Cuperlo…non si sa mai, è sostenuto da D’Alema, quindi meglio ingraziarselo. Così, in pieno gattopardismo, si cambia tutto (?) per non cambiare niente.

Parlavo di tasse…

 La coperta del resto è sempre troppo corta, se la tiri da un lato resti scoperto dall’altro, così per far quadrare i conti se da una parte danno un contentino dall’altra aumentano qualcosa, naturalmente a favore dello stato, mai nostro.

Sapessero almeno far bene di conto, prevedendo degli importi abbastanza congrui (non per altro si chiamano previsioni), ma quando per una tassa, nello specifico la Tobin tax, era previsto un introito di un milione di euro mentre non raggiungeremo il 20% effettivo, cosa prevista già all’inizio dell’anno daPorro, qualcosa mi fa dubitare dell’effettiva competenza dei tecnici chiamati a salvarci.

http://www.ilgiornale.it/news/interni/975868.html.

Quindi giù bastonate, una dietro l’altra, come le tasse sulla casa. Ormai è quasi meglio abitare in un camper alla maniera degli zingari che possedere quattro mura domestiche che, automaticamente, ci qualificano come possidenti!

Intanto stanno “studiando” (ma non è detto che ci riescano in tempi brevi, anzi!) all’incompatibilità tra pensioni d’oro e gli incarichi pubblici retribuiti. Naturalmente, se avverrà, non ci sarà alcuna retroattività…non sono mica comuni mortali, loro!

 

Rubabandiera

 Il vecchio gioco del rubabandiera ha mandato in galera il vicepresidente di Casa Pound.

Notare che il pericoloso delinquente non voleva portare via il vessillo della UE, ma semplicemente sistituirlo con il tricolore, a ribadire la nostra sovranità, cosa che si può condividere o meno, ma di certo non mi sembra un grande delitto, specialmente considerando che, nello stesso momento, gli infiltrati tra gli autonomi stavano causando i soliti danneggiamenti a Torino e Venezia. Però qui in Italia basta sventolare un tricolore per esser considerati sovversivi.