La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

Articoli con tag “precari

Faccia tosta

 

Premesso che il cosiddetto “precariato” (al quale non sono pregiudizialmente contraria, anche se riconosco che abbisogna di serie modifiche) è figlio del “pacchetto Treu” – proposto durante il Governo Dini ed attuato dal Governo Prodi -, destinato ad accrescere, seppure temporaneamente, l’occupazione giovanile, viene da ridere vedere la CGIL in piazza, Camusso in testa, che denuncia il suddetto precariato sventolando lo striscione con la scritta “Il nostro tempo è adesso, la vita non aspetta”, senza considerare che proprio il giorno prima aveva avuto luogo una manifestazione di lavoratori/lavoratrici licenziati dal predetto sindacato, in parte per essersi opposti ad anni di lavoro in nero (bell’esempio!), al mobbing o addirittura ad avances di tipo sessuale. Pochi organi di stampa hanno dato rilevanza alla notizia della sospensione di tre dirigenti della sezione CGIL di Trento che avevano postato le storture sindacali su di un blog e per questa loro iniziativa sono stati sospesi. La CGIL ha comunicato che I casi di lavoratori licenziati erano solamente 6, ma in realtà sono molti, molti di più, come si evince dal link

http://licenziatidallacgil.blogspot.com/

 
 
 

 

Oggetto: comunicato stampa 09-04-11
In riferimento alla nota della cgil nazionale inviata al tg1 in seguito alla manifestazione promossa dal “comitato dei licenziati e dei precari Della Cgil” precisiamo che ad oggi i contenziosi di lavoro già certamente AVVIATI nei confronti della cgil non sono solo 6 così come da loro dichiarato, bensì molti di più, ma quello che piu’ ci preme precisare è che aldilà del numero già estremamente significativo di contenziosi di lavoro già depositati presso i tribunali del lavoro, sarebbe auspicabile che la cgil riflettesse sul merito e sui contenuti di tali contenziosi. Infatti le cause di lavoro riguardano in prevalenza i seguenti contenuti:
LAVORO NERO, LAVORO IRREGOLARE, MOBBING, MOLESTIE, CONTRATTI ATIPICI, LICENZIAMENTI PER RAPPRESAGLIA E RITORSIONI, INTERMEDIAZIONE ILLEGITTIMA DI MANODOPERA. CE N’è QUANTO BASTA PER EVIDENZIARE CHE QUANTO AFFERMATO DALLA CGIL, CIOè TENTARE DI RIDIMENSIONARE UN FENOMENO ORMAI EVIDENTE E PURTROPPO LARGAMENTE DIFFUSO NELL’ORGANIZZAZIONE CON PALESI VIOLAZIONI DI DIRITTI DEL LAVORO E DELLA PERSONA NON Può TROVARE GIUSTIFICAZIONE ALCUNA IN FRASI DI CIRCOSTANZA O PEGGIO NEL TENTATIVO POLITICAMENTE POCO LUNGIMIRANTE DI NEGARLI. Per rendere ancora più visibile la nostra grave situazione e denunciare la violazione dei diritti nella cgil annunciamo sin da ora che da lunedì 11 04 11 DALLE ORE15 VERRA’ PROMOSSO INSIEME A TUTTE LE REALTA’ SOCIALI E SINDACALI CHE VORRANNO SOSTENERCI A MANTENERE UN PRESIDIO PERMANENTE davanti alla sede nazionale della cgil sita in corso d’Italia.

 

 

Mi chiedo allora perchè protestare ADESSO perchè al Governo c’è Berlusconi e non a suo tempo, quando al governo c’era Prodi. A pensar male magari si fa peccato ma ci si azzecca!