La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

Articoli con tag “patate

Tuberi


patata-bollente-2017

Oggi parlo di tuberi.

Tuberi, ossia patate, quelle patate bollenti che hanno riscaldato gli animi ed infiammato le discussioni.

Già, perché Virginia Raggi, sindacO di Roma, ha incassato la solidarietà di tante donne (prescindendo dal rispettivo orientamento politico) per il titolo di “Libero”, titolo magari dalla comicità un pochino greve per il doppio senso, però perfettamente lecito. La stessa solidarietà che non è stata dimostrata nei confronti di Giorgia Meloni per gli apprezzamenti negativi fatti da Asia Argento (che farebbe meglio a stare zitta viste certe immagini da lei stessa messe in rete) o, sempre restando nel campo di “Libero”, per il medesimo titolo (Patata bollente) usato nei confronti di Ruby.

patata-bollente-2011Quest’ultima poteva benissimo essere presa in giro in quanto legata a Berlusconi, la Raggi invece poverina… Ma Virginia appartiene a quel movimento che del turpiloquio ha fatto la sua religione. Restando nel campo femminile, sul blog di Grillo o nei comizi, ci sono state ingiurie ben più pesanti: Rita Levi Montalcini ad esempio, chiamata “Vecchia puttana”, oppure si invitava la gente a far stuprare (trombare) la Boldrini dai Rom o la Boschi a battere per strada, la governatrice del FVG appellata “Serracchiani mille mani”, per non parlare di un osceno fotomontaggio con Gad Lerner ritratto tra la Carfagna e la Minetti.

lerner_gavetta

Neppure glu uomini sono stati esentati, quali ad esempio Umberto Veronesi che veniva sempre chiamato Cancronesi, Brunetta e Berlusconi messi alla gogna per la statura.

A suo tempo, pur non approvandolo, abbiamo difeso Charlie per cose ben peggiori.

Il titolo di Libero, ripeto, è semplicemente un gioco di parole, e ricordiamo che con le patate si confezionano gli gnocchi, inteso come maschile di gnocche 🙂 .

 

Honni soit qui mal y pense.


paradosso

 

 

Dal prossimo dai supermercati ed altri negozi spariranno i sacchetti di plastica, il che sarebbe un’ottima cosa se…

 


Già…se… invece di sostituirli non dico con le   sporte di paglia delle nostre nonne, ma con le borse di tela (magari più capienti) attualmente in uso, che faranno? Borse in uno speciale materiale derivato dall’amido… E l’amido da cosa si ricava? Prevalentemente dalle patate. Allora coltiveremo patate per fabbricare sacchetti, mentre al mondo intere popolazioni muoiono di fame.