La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

Articoli con tag “partita di calcio

Al bar

BAR c60cfc351929256cf86c9c636104567d

Oggi alle 10 al bar, al fresco, con il cappuccino e brioche per il consueto intermezzo di mezza mattina. Vediamo subito che il nostro barista, solitamente allegro e dalla battuta pronta, non è del consueto umore, e ci spiega subito il perché di questo mutamento.
Qualche giorno fa, subito dopo la vittoria dell’Italia sull’Austria, qui a Bolzano si è scatenata una vera battaglia urbana: pali stradali divelti, lanci di cubetti di porfido, cariche alla/della polizia, bombe carta, una delle quali ha mandato in pronto soccorso due bimbi con lesioni al timpani, automobili danneggiate e via dicendo, tutte notizie sottaciute dai mass media per non alimentare la tensione. Sembrava di essere in mezzo ad una “manifestazione” dei centri (a)sociali.
Potrei capire se simili atteggiamenti fossero venuti dalla comunità italiana contro quella sudtirolese che tifava Austria, ma i maggiori responsabili dei danneggiamenti, per quanto fossero pochi, sventolavano bandiere marocchine e palestinesi, cosa non riportata dai mass media.
Per tutta risposta, il sindaco ha emesso un’ordinanza per cui domani, per la partita della nostra nazionale contro il Belgio, verrà proibito sia la somministrazione che l’asporto di bevande alcoliche a partire dalle ore 20, con grave danno economico dei bar che accoglieranno i tifosi nei loro locali per seguire la partita in diretta dugli schermi. Da qui il comprensibile malumore del nostro barista.
Nessuno vieterà ai facinorosi di fare incetta di bevande alcoliche PRIMA dell’ora stabilita, anche se non è detto che i responsabili degli atti di vandalismo fossero preda dei fumi dell’alcol ma fossero solo dei comuni teppisti.

In poche parole, non potendo fermare i facinorosi, si penalizzano gli esercenti. Questo grazie anche al permissivismo che si è instaurato qui in Italia, che sanziona chi non ha nessuna colpa e permette a teppistelli di m…a di fare ciò che vogliono perché sicuri di cavarsela con poco o niente.