La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

Articoli con tag “mostri

I mostri

Non so più cosa pensare.
Non credevo che certi mostri potessero arrivare a tanto,  decapitando un ragazzino dodicenne con una gamba ingessata dopo averlo preso a bastonate.
E le immagini sono davvero strazianti. Si vede il piccolo, terreo in viso, con la paura negli occhi e poi un “eroico (?) ” combattente in piedi su un pick-up che ne mostra la testa mozzata. (ed evito apposta di mettere le fotografie, troppo cruente).
Non mi piace questo mondo, aborro questa pseudo – religione che è  solo una scusante per dare sfogo agli istinti peggiori di questi esseri che non posso chiamare persone ma solo mostri.
Non mi si venga a dire di pregare, perdonare, porgere l’altra guancia come ci esorta a fare l’uomo biancovestito.

A queste azioni si può reagire solo con la forza perché il fanatismo non accetta il dialogo. Solo mostrandoci più forti e determinati di “loro” possiamo sperare – se non è ormai troppo tardi – di arginare la loro violenza. Non voglio che il nostro futuro prossimo venturo assomigli al passato, quando le armate ottomane di Maometto II nel 1453 cannoneggiarono le mura teodosiane a Costantinopoli,

Dardanelles_Gun_Turkish_Bronze_15cmentre i suoi abitanti chiusi nella cattedrale di Santa Sofia pregavano e intanto il patriarca li consolava, dicendo loro che a fine giornata li aspettava il regno dei Cieli. Infatti furono tutti massacrati, inclusi i neonati,con le stesse modalità che usano ancora oggi.

Siege_of_a_city,_medieval_miniature

È arrivato il momento di prendere posizione, ormai non si tratta di intolleranza, razzismo o altro, ma solo di odio, ed usare una simile parola per me è davvero inusuale, anzi, deve essere senza dubbio la prima volta che la uso.

Non mi vengano neppure a parlare di Islam moderato, perché nessun islamico cosiddetto moderato, che dicono siano in maggioranza, è sceso a dimostrare contro i propri “fratelli assassini”.

Non mi si venga a parlare di nostri presunti torti dovuti alle Crociate, perché le razzie saracene, specie nelle nostre regioni meridionali ma anche in Liguria e Sardegna, si sono verificate molto prima che nascesse Maometto, e con la sua venuta sono aumentate: le Crociate furono solo un mezzo per difendere i pellegrini che si recavano in Terrasanta dalle rapine e dalle uccisioni che si verificavano non appena arrivati sui suoli mediorientali.

¥

¥

Solo che i nostri beneamati parlamentari e governanti da quell’orecchio non ci sentono, intenti solo (almeno una parte) ad ascoltare il fruscio delle banconote dovute all’immigrazione selvaggia.


Fortuna

Aveva solo sei anni quando è stata uccisa, gettandola da un terrazzo all’ottavo piano, dopo aver subito violenze sessuali per lungo tempo.
Il mostro era già stato fermato tempo addietro per aver abusato della figlioletta di tre anni.
E con queste premesse (un altro bimbo di tre anni era morto in circostanze analoghe a quelle della povera Fortuna ), intorno a questo orco si era creato un muro di omertà.
Due bambini innocenti uccisi, altri (non si sa quanti) abusati… e voi tacete? Siete TUTTI colpevoli, non solo quel bastardo.
Spero che in questo caso la “legge del carcere” funzioni e lo punisca a dovere.


Inviato dal Veloce promemoria


I nuovi mostri

Non so se Amanda Knox e Raffaele Sollecito, appena assolti dall’accusa di omicidio nei confronti di Meredith Kercher, siano davvero innocenti oppure colpevoli: la giuria ha deciso, e così è.

Nemmeno so se siano giuste le accuse nei confronti di Cosima e Sabrina Misseri per l’uccisione di Sara Scazzi o se sia giusta l’assoluzione, in primo grado, di Alberto Stasi per l’omicidio di Chiara Poggi, e nemmeno conosco chi sia l’assassino della piccola Yara Gambirasio, tutt’ora insoluto, o se davvero Salvatore Parolisi sia un uxoricida.

Quello che mi sconvolge è l’enorme massa di gente che si reca sui luoghi dei delitti e dei processi quasi fossero dei nuovi “spettacoli” e, in una qualche maniera, esserne, almeno in parte, protagonisti. C’è chi asserisce di fare una sorta di “pellegrinaggio” e chi ammette spudoratamente di recarsi in quei luoghi per pura curiosità… Senza nulla togliere all’orrore di queste tragedie, mi sembra che la categoria dei nuovi mostri si stia allargando a vista d’occhio.

Mostri sono quei gestori che, a fronte di un suicidio avvenuto nella toilette, non hanno ritenuto opportuno chiudere il bar, con la motivazione che l’esercizio era pieno di avventori, mostri gli stessi avventori che spinti da curiosità, non hanno voluto allontanarsi dal locale, mostri gli automobilisti che, per un sorpasso, possono aggredirti a colpi di cric, mostri, anche se in misura minore, quelli che applaudono ai funerali…

Mostri, ossia persone senza ritegno, senza dignità, senza umanità, senza rispetto per gli altri, e, cosa ancora peggiore, a volte nemmeno consci di esserlo.