La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

Articoli con tag “Memorie di Adriano

Ordine e caos

La vita è atroce; lo sappiamo.
Ma proprio perché aspetto tanto poco dalla condizione umana, i periodi di felicità, i progressi parziali, gli sforzi di ripresa e di continuità mi sembrano altrettanti prodigi che compensano quasi la massa dei mali, degli insuccessi, dell’incuria e dell’errore.
Sopravverranno le catastrofi e le rovine; trionferà il caos, ma di tanto in tanto verrà anche l’ordine.

Marguerite Yourcenar, Memorie di Adriano.


Oggi, 28 maggio

Volevo scrivere oggi di questa Milano un po’ madrilena, con tifosi che girano per tutta la città, riconoscibili per i colori di sciarpe e magliette: bianche quelli del Real, a righe bianche e rosse (e per questo soprannominati “materassai”) quelli dell’Atletico.

Pure i tram hanno vestito la livrea di questo avvenimento, ed anche sui tabelloni degli orari le scritte sono state tradotte in spagnolo.

20160528_114639

Invece mi trovo a commemorare la scomparsa di un altro grandissimo attore teatrale, Giorgio Albertazzi.

La sua perdita era forse nell’aria, in quanto aveva già 92 anni, ma fino allo scorso anno aveva calcato le scene con “Memorie di Adriano”.

Ed è ascoltando questa voce limpida e chiara che viene spontaneo paragonarlo a tanti “mestieranti” che salgono sì sul palcoscenico, ma non sanno minimamente cosa significhi recitare. È sufficiente ascoltarlo nel monologo de “L’idiota” per apprezzarne in pieno la grandezza…una voce davvero straordinaria, un viso che esprime tanto…

Non racconto qui la sua biografia, è facilmente reperibile su molti siti internet. Basta ascoltare per comprenderne l’arte.

Purtroppo non ho potuto mai ascoltarlo in teatro, ma solo in televisione, negli sceneggiati (quando la televisione di stato forniva davvero un servizio pubblico in fatto di cultura), ma anche in cose più “leggere”, come “Philo Vance” (e di questo ho tutti i dvd 🙂 ).
image


Da oggi…

Da oggi 3 settimane a Milano, prima che inizi quel grande bailamme che sarà Expo 2015.
Per la sera, prima di addormentarmi, mi accingo ad un’impresa piuttosto ardua: leggere in lingua originale “Mémoires d’Hadrien / Carnets de notes de “Mémoires d’Hadrien” di Marguerite Yourcenar.
Il mio francese è un po’ arrugginito, però conto di farcela senza ricorrere all’uso del dizionario.


Inviato dal Veloce promemoria