La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

Articoli con tag “Marguerite Yourcenar

Ordine e caos

La vita è atroce; lo sappiamo.
Ma proprio perché aspetto tanto poco dalla condizione umana, i periodi di felicità, i progressi parziali, gli sforzi di ripresa e di continuità mi sembrano altrettanti prodigi che compensano quasi la massa dei mali, degli insuccessi, dell’incuria e dell’errore.
Sopravverranno le catastrofi e le rovine; trionferà il caos, ma di tanto in tanto verrà anche l’ordine.

Marguerite Yourcenar, Memorie di Adriano.


Settembre

fb_img_1550330699145Il sole si alzava,
poi tramontava in un punto appena diverso dal giorno prima,
un po’ più presto ogni sera,
un po’ più tardi ogni mattina.
L’alba e il crepuscolo erano gli unici avvenimenti ad avere importanza.
Fra loro, scorreva qualcosa che non era il tempo, era la vita.

Marguerite Yourcenar, Come l’acqua che scorre

Forse sarà

quest’aria di settembre

o solo che

che tutto cambia sempre

L’estate va

e poi ogni giorno muore

e se ne va

portandosi con se la mia allegria

 Forse sarà

quest’aria di settembre

o solo che

vorrei sognare sempre

ma poi perché

di colpo tutto non è facile

mi chiedo se

qualcosa resta o tutto se ne va

 Come i gol che facevo

contro una porta di legno

con le ginocchia sbucciate

esterno… gol…

Come morire di sete

dopo una corsa d’estate

ma non ho più la mia bici

… da cross!

E allora scaldalo amore

questo bambino che trema

che vuole tutto l’amore che c’è.

 

Forse sarà

quest’aria di settembre

o solo che

sto diventando grande

ecco cos’è

mi viene da ridere… due lacrime

ma poi perché

di colpo tutto non è facile

 

Come i gol che facevo

contro una porta di legno

e con le braccia alzate

segnare gol…

E la mia mamma che chiama

che è già pronta la cena

ma voglio ancora giocare

un po’!

E allora salvalo amore

questo bambino che trema

che vuole tutto l’amore che c’è

Come morire di sete

dopo una corsa d’estate

Come aspettare del Natale

e poi le palle di neve

come aspettare Natale


Da oggi…

Da oggi 3 settimane a Milano, prima che inizi quel grande bailamme che sarà Expo 2015.
Per la sera, prima di addormentarmi, mi accingo ad un’impresa piuttosto ardua: leggere in lingua originale “Mémoires d’Hadrien / Carnets de notes de “Mémoires d’Hadrien” di Marguerite Yourcenar.
Il mio francese è un po’ arrugginito, però conto di farcela senza ricorrere all’uso del dizionario.


Inviato dal Veloce promemoria