La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

Articoli con tag “Maram-al-Masri

Senza titolo

Io e la mia felicità
aspettiamo
le vibrazioni dei tuoi passi.

 

 


Maram al- Masri


Senza titolo

Ho faticato molto
per conquistare il tuo cuore,
solo per
dormire in lui.
Io sono colei
che ti ha trattenuto per un bottone
e ha legato il suo destino…
con un sorriso. 


Maram al Masri

 

Illustrazione di Fabian Perez


Senza titolo

Dopo che hai scrollato da me

l’amore e la gioia

la tristezza e la speranza

e sono apparsa come un albero spoglio

di foglie di frutti

e di uccelli,

ho strappato i miei bottoni dai tuoi occhielli

e ho deciso di dimenticarti.

 

(Maram al Masri)


Senza titolo

Uno estraneo mi guarda,
uno estraneo mi parla,
sorrido ad uno estraneo,
parlo ad uno estraneo,
un estraneo m’ascolta,
davanti
alle sue pene
pulite e bianche
piango,
sulla solitudine che unisce
gli stranieri.

Maram al Masri

(Illustrazioner Edvard Munch)


Desiderio

M’infiamma il desiderio
e brillano i miei occhi.
Sistemo la morale nel primo cassetto che trovo,
mi muto in demonio,
e bendo gli occhi dei miei angeli
per
un bacio.

Maram – al Masri 

 Ciliegia rossa su piastrelle bianche


Grazie

Grazie a tutti quelli

che mi hanno amato

e a tutti quelli che mi hanno detestato

a quelli che mi hanno abbandonato

e a quelli che ho abbandonato

Ogni volta mi hanno ridato fuoco

e riacceso in me il desiderio

Ci sono quelli che ho dimenticato

e quelli che non dimenticherò mai

Non mi hanno impedito

d’avventurarmi

ogni volta

ad amare di nuovo.

Maram al Masri,Anime scalze

(dipinto di Tamara de Lempika)


Allo specchio

Ho osservato il mio specchio

e vi ho visto

una donna

pienamente soddisfatta

con gli occhi brillanti

d’una squisita malizia.

 

L’ho invidiata

Lei mi apre

le sue ampie porte.

Mi chiama

e mi spinge a lanciarmi

nel suo spazio

e come un uccello

davanti alla porta aperta della gabbia

non oso.

Maram al Masri

 


La donna che guarda dalla finestra

La donna che guarda dalla finestra
vorrebbe avere delle lunghe braccia
per prendere il mondo
il suo Nord e il suo Sud
il suo Est e il suo Ovest
nel suo grembo
come una tenera madre
vorrebbe avere grandi mani
per carezzare i suoi capelli
scrivere delle poesie
per alleviare la sua pena.

Maram al Masri

La femme qui regarde par la fenêtre
a envie d’avoir de long bras
pour prendre le monde
son Nord et son Sud
son Est et son Ouest
dans son giron
comme une tendre mère

envie d’avoir de grandes mains
pour caresser ses cheveux

écrire des poèmes
pour alléger son chagrin

 


Senza titolo

M’infiamma il desiderio
e brillano i miei occhi.
Sistemo la morale nel primo cassetto che trovo,
mi muto in demonio,
e bendo gli occhi dei miei angeli
per
un bacio.

Maram al_masri


Le donne come me

Le donne come me
non sanno parlare;
la parola le rimane
di traverso in gola
come una lisca
che preferiscono inghiottire.
Le donne come me
sanno soltanto piangere
a lacrime restie
che improvvisamente
rompono e sgorgano
come una vena tagliata.
Le donne come me
sopportano gli schiaffi,
senza osare renderli.
Tremano di rabbia
e la reprimono.
Come leoni in gabbia,
le donne come me
sognano
di libertà…

Maram al-Masri


Dopo che hai scrollato da me

Dopo che hai scrollato da me

l’amore e la gioia

la tristezza e la speranza

e sono apparsa come un albero spoglio

di foglie di frutti

e di uccelli,

ho strappato i miei bottoni dai tuoi occhielli

e ho deciso di dimenticarti.

 

(Maram al-Masri)


Due donne

Lui ha due donne:
una che dorme nel suo letto
e una che dorme nel letto dei suoi sogni.

Lui ha due donne che lo amano:
una che invecchia al suo fianco
e una che gli offrì la giovinezza
per poi occultarsi.

Lui ha due donne:
una nel cuore della sua casa
e una nella casa del suo cuore.

Maram al-Masri

 


Maschere e sorrisi

Tutte le parole amore mio
sono lacci
e tutti i sorrisi
sono maschere.

Tranne le mie parole
e il mio sorriso,
le prime sono
una rosa damascena,

basilico e gelsomino
e il secondo è…
un sorriso.

Maram Al Masri