La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

Articoli con tag “manifestazioni

Libertà vo cercando…

Certi giornali disinformano coscientemente, e si riducono ad essere pura carta straccia.
Quando scrivono (ammesso che riportino la notizia) che ieri in Italia si sono verificati cortei di “no-vax” , già questo fa capire a che punto di servilismo sono arrivati.
In piazza c’erano anche molte persone vaccinate e provviste di passaporto verde che hanno manifestato fianco a fianco ai non vaccinati solo per dimostrare che sono a favore della LIBERTÀ, parola ormai sconosciuta a molti pennivendoli. Quindi le persone hanno dimostrato in nome della LIBERTÀ, di vaccinarsi o meno, di potersi muovere, di frequentare locali. Le LEGGI ( non i DPCM) vanno rispettate, ma queste disposizioni  sono assolutamente demenziali. Non si vede la logica di certi provvedimenti: il cliente per mangiare seduto è tenuto a mostrare il suo bel lasciapassare verde, obbligatorio per lui, ma non per il cameriere, il barista, il cuoco. Il caffè in piedi sì ma seduti no, tutto l’opposto di quanto a suo tempo stabilito da Conte. In autobus il lasciapassare non è previsto, ma solo perché nessuno è tenuto a controllarlo. E l’inutilità di questo pezzo di carta o dell’applicazione è stata dimostrata proprio durante la conferenza stampa su questi provvedimenti tenuta da Draghi: i giornalisti potevano accedervi solo previo tampone, ancorché muniti di green pass…siamo alla follia!
Intanto loro, i tolleranti, i democratici, gli integranti si esprimono in questo modo, e non solo i nomi noti, ma anche medici ed infermieri…2021-07-25_18.05.202021-07-25_18.10.48


Cuba

CubaLa bellezza del “socialismo reale”.

A Cuba protestano…non hanno medicine (opperbacco, ma non era la migliore sanità del mondo?), non hanno cibo a sufficienza, l’energia elettrica è razionata, i prezzi sono saliti vertiginosamente nei negozi CONTROLLATI DALLO STATO (!), la disoccupazione è salita vertiginosamente e mancano le rimesse degli emigranti che garantivano una dignitosa sopravvivenza. Inoltre c’è una grave emergenza a causa del covid: sanitaria, per ovvie ragioni, ma pure economica in quanto il turismo, fonte di valuta pregiata, è stato praticamente azzerato. Le proteste sono state represse violentemente dalla polizia cubana, poiché il dissenso verso il governo è severamente punito. Più che altro, sono stati puniti i cubani che manifestavano non tanto per le restrizioni, quanto per il ritorno alla democrazia. Naturalmente, la colpa è stata addossata a dei provocatori statunitensi, guarda caso ora che alla presidenza c’è Biden, quando sarebbe stato più logico se ci fosse stato Trump. Troppo comodo addossare le colpe agli altri, quando non si è capaci di governare il proprio paese.


Quelli che non sanno perdere.


L’elezione di Trump ha scatenato una vera rivoluzione. Una parte dei democratici (?) che non l’ha votato è scesa in piazza inscenando manifestazioni più o meno violente, più o meno volgari (c’è chi si è fatta riprendere senza slip in un filmato dove in segno di spregio defeca su un foglio di giornale, questo per protestare contro un presidente “rozzo, volgare e impresentabile ” 😨).
Poi ci si mettono i sondaggisti che asseriscono che il tycoon sia stato votato da una maggioranza di vecchi poco acculturati, frase già sentita in occasione del referendum per il Brexit, come se tutti gli anziani siano rincoglioniti (mi scuso per il francesismo ☺). Dalle elezioni di Obama ovviamente tutti sono invecchiati di 4 o 8 anni, ma non credo che i diplomi o le lauree dei votanti abbiano perso di validità, anche perché Hillary ha preso moltissimi voti in meno di Obama.
Ho letto le statistiche più assurde, una delle quali affermava che se avessero votato solo i nati dopo il 1982 (chissà perché proprio quell’anno) la Clinton avrebbe vinto a man bassa, al che qualcuno ironicamente aveva replicato che se avessero votato solo i bimbi fino ai 4 anni il nuovo presidente sarebbe stato Peppa Pig 😅 .
Noti volti del cinema e della canzone si stracciano le vesti, ed ora aspetto solo che mantengano le promesse fatte durante la campagna elettorale, chi di recarsi in Canada, chi in Messico, chi addirittura di cambiare pianeta. Tutta gente che si professa pacifista, ma che non ha avuto remore ad appoggiare chi ha sempre sostenuto l’interventismo americano con l’uso della forza.
Quelli che odiano Trump perché è ricco, ma forse non sanno che i Clinton hanno speso 3 milioni di dollari per il matrimonio della figlia, probabilmente attingendo alla cassa della fondazione da loro creata.
Infine ci si mette pure Hillary Clinton che incolpa il direttore dell’FBI per sua débacle, ma non considera che è il suo programma elettorale ad essere stato bocciato.
Le più ridicole sono quelle che hanno promosso tramite Facebook la “marcia di un milione di donne ” per contestare Trump ed i suoi trascorsi sessisti, ma che non hanno speso una parola né per Bill Clinton (beh, è passato parecchio tempo dalle sue “marachelle” nello studio ovale) né per Anthony Weiner, marito della “consigliera “di Hillary, Huma Abedin, coinvolto in vari scandali sessuali con giovani ragazze.
Evidentemente qualcuno non ha ben chiaro il significato della parola “democratico” che sbandierano nel nome del loro partito.


Inviato dal Veloce promemoria