La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

Articoli con tag “lotteria scontrini

Il Natale si avvicina

L’incapacità di questo governo la si nota in molti modi.

Primo, l’istituzione di tutte le task force e comitati vari per ottenere consigli da presunti esperti (tipo Arcuri, per intenderci), come ho già scritto altre volte; poi per le norme spesso contraddittorie che vengono emanate (Dal governo? Dagli esperti? Non è dato di sapere con esattezza, perché spesso giocano allo scaricabarile).
Ad esempio istituiscono la “lotteria degli scontrini” : prescindendo dal fatto che è un’esimia nefandezza, escludono dal computo gli acquisti fatti su piattaforme online per favorire i negozi di prossimità, e poi strillano come aquile lamentandosi che la gente esce di casa per comperare. Lo stesso però si può dire dei governatori delle varie regioni: se la loro è zona rossa o arancione strepitano col governo perché le attività commerciali sono bloccate, però appena la zona di competenza diventa gialla e il commercio riprende, subito si lagnano perché la gente esce e, udite udite, COMPERA! Allora perché tenere i negozi aperti, se la gente non DEVE fare acquisti?

Lo stesso, quest’estate, fecero quando venne istituito il bonus vacanze: prima le persone furono invogliate ad andare in ferie, poi vennero demonizzate considerandole quali possibili propagatrici di Covid.

In breve, sia il governo centrale ed in parte anche quelli locali, utilizzano le folle solo per programmare le prossime chiusure, visto che già si parla di eventuali zone rosse da reintrodurre per il periodo natalizio.

Certi giornalisti poi non sono da meno nel diffondere il terrore, tipo Massimo Giannini che ai romani che facevano shopping ha augurato “Buon covid a tutti!

Lo stesso giornalista che a gennaio diceva che chi propagava la paura era nientemeno che il solito Matteo Salvini!
Siamo nelle mani di una manica di folli ed incompetenti.

 


Abbasso i decretini

Un Natale da schifo attende molti anziani, che dovranno trascorrerlo in totale solitudine grazie ai demenziali decreti di questo governo e soprattutto di colui che lo presiede, imbevuto ormai di delirio di onnipotenza.

Per molte persone in età molto avanzata potrebbe essere davvero l’ultimo da trascorrere in compagnia di figli e nipoti, ma a questo i dementi non hanno pensato. Non esiste solo la salute fisica, esiste anche la salute mentale, e questa è stata minata con l’obbligatorietà della distanza anche dagli affetti più cari ed in altri casi con la perdita del lavoro.

In cambio però i geni che ci governano hanno stabilito che ci sarà una lotteria che potrebbe far rimborsare ai potenziali partecipanti e vincitori il 10% di quanto pagato tramite bancomat e carte di credito, naturalmente al fine di sgominare la pericolosissima evasione fiscale di negozi, bar e ristoratori che hanno visto i propri incassi ridotti al minimo grazie alle chiusure imposte.

Il guaio è che la “vincita” verrà pagata anche da quanti non hanno carte di credito e probabilmente neppure un conto corrente, quindi i premi andranno ovviamente a chi ha più possibilità di spendere, a scapito di chi ha minori possibilità economiche.

Io per natura sono il classico bastian contrario: da sempre, per mia comodità, uso esclusivamente carta di credito e bancomat per i miei acquisti, ma da quando ci sono queste restrizioni sto usando esclusivamente il contante, perché dei contentini di questo governicchio non so che farmene.

E dopo questo ennesimo sciupio di denaro pubblico (lotteria scontrini, bonus vacanze, bonus monopattini, banchi a rotelle, ingenti percentuali per l’acquisto di mascherine ecc. ecc.), tremo al pensiero di come questa gentaglia potrebbe “investire” i soldi del recovery fund, visto che si prevede l’ennesima infornata di Comitati Tecnici che dovranno studiare come sperperarli: l’ultima speranza è che la U.E. non ci conceda neppure un euro.