La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

Articoli con tag “guerra

Noi e loro

war-the-americans-the-tanks-the-city-the-ruins-devastation-soldiers-battle-sherman-street

Generale, il tuo carro armato
è una macchina potente

Spiana un bosco e sfracella cento uomini.
Ma ha un difetto:
ha bisogno di un carrista.

Generale, il tuo bombardiere è potente.
Vola più rapido d’una tempesta e porta più di un elefante.
Ma ha un difetto:
ha bisogno di un meccanico.

Generale, l’uomo fa di tutto.
Può volare e può uccidere.
Ma ha un difetto:
può pensare.

Bertolt Brecht

 

 

Noi e loro

E dopo tutto siamo solo uomini comuni

Io e tu

Dio solo sa che non è ciò che avremmo scelto di fare

Avanti, gridò, da là dietro

E la prima fila morì 

E il generale sedeva, e le linee sulla mappa

Si muovevano da una parte all’altra

Nero e blu

E chi sa quale è quale e chi è chi

Su e giù

E alla fine è solo girare e girare e girare

Non hai sentito che è solo una battaglia di parole

Urlò l’uomo con il manifesto

Ascolta figliolo, disse l’uomo con la pistola

c’è posto per te qui dentro

Sotto e fuori

Non ci si può fare niente, ma ce n’é molto in giro

Con , senza

E chi negherà che è qui che sta il senso della battaglia

Fuori dai piedi, ho un sacco di cose da fare

Ho tante cose in testa

Per voglia di un the e di una fetta di torta

Il vecchio morì


SUI CAMPI DELLE FIANDRE

IN-UN-CAMPO-DI-PAPAVERI-a21732356

Sui campi delle Fiandre spuntano i papaveri
tra le croci, fila dopo fila,
che ci segnano il posto; e nel cielo
le allodole, cantando ancora con coraggio,
volano appena udite tra i cannoni, sotto.

Noi siamo i Morti. Pochi giorni fa
eravamo vivi, sentivamo l’alba, vedevamo
risplendere il tramonto, amanti e amati.
Ma adesso giacciamo sui campi delle Fiandre.

Riprendete voi la lotta col nemico:
a voi passiamo la torcia, con le nostre
mani cadenti, e sian le vostre a tenerla alta.
e se non ci ricorderete, noi che moriamo,
non dormiremo anche se i papaveri
cresceranno sui campi di Fiandra.

(John McCrae – versione di Riccardo Venturi)

In_Flanders_Fields_(1921)_page_1[1]

John McCrae era un medico canadese che prestò servizio durante la prima Guerra mondiale, e la morte di un caro amico durante una battaglia nelle Fiandre gli ispirò questa che è una delle più toccanti poesie contro la follia della guerra… E proprio grazie a questi versi che , in America, vennero prodotte le prime spille a forma di papavero; i proventi della vendita delle spillette costituirono dei fondi per l’assistenza degli orfani di guerra.