La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

Articoli con tag “giornata contro la violenza sulle donne

Vado controcorrente.

Vado controcorrente.
Giornata contro la violenza sulle donne?
Mi sa tanto di atteggiamento “modaiolo”, di comodo.
Inutile la giornata contro la violenza sulle donne come inutile la legge sul femminicidio o i movimenti alla “se non ora quando”.
Parole, null’altro che parole.
Fatti concreti assolutamente nulla.
Perché, un esempio tra tanti, quando leggo di una bestia che innaffia di benzina la sua compagna incinta di otto mesi e le dà fuoco e viene condannato a soli 18 anni di galera, che in realtà diventeranno forse dieci tra sconti di pena ed altro, invece di rinchiuderlo a vita e gettare la chiave, mi sale la rabbia, anzi la carogna.
Tutto deve iniziare invece con l’educazione a casa e l’insegnamento a scuola.
Educare al rispetto della persona, uomo o donna che sia, insegnare a difendersi, insegnare a denunciare gli atti di violenza senza accettarli passivamente, perché non sono simbolo di un amore “malato”, ma solo di sopraffazione. Insegnare a considerare le donne come “persone” e non “cose” da usare a piacimento.
Pretendere il rispetto ed evitare le discriminazioni.
Allora anche questa giornata perderà il suo ipocrita significato di “contentino” istituito solo per pulirsi, un solo giorno all’anno, la coscienza.


Inviato dal Veloce promemoria


e qualcosa di serio- giornata contro la violenza sulle donne

Quand’è che i giudici pagheranno per gli errori commessi? L’ultimo errore in ordine di tempo è quello che ha causato l’uccisione di Emiliana Femiano, che era già stata vittima di violenze da parte dell’ex fidanzato, Luigi Faccetti, che l’aveva già colpita, mesi fa, con ben 14 coltellate. Con quale coraggio si può scarcerare un simile individuo, nonostante il parere contrario del PM? Solo perché il ragazzo abitava a Terracina, quindi abbastanza lontano da Napoli, dove invece risiedeva la ragazza barbaramente trucidata? Non a caso posto oggi questo intervento, dato che questa giornata è dedicata alle donne vittime di violenza: assassini, stupri, stalking, molestie sessuali. Vorrei che in questo mondo ognuno sia libero di vivere la propria vita senza violenza, soprattutto donne e bambini, anche loro vittime di crimini odiosi quali la pedofilia (e proprio oggi nella mia provincia sono stati arrestati due fratelli che in casa detenevano numerosi filmati pedopornografici scaricati da Internet). Ma la domanda continuo a pormela. Chi pagherà per questo assassinio annunciato? Riuscirà quel giudice, rientrando a casa, a guardare sua madre, sua moglie, sua figlia negli occhi senza arrossire, riuscirà a dormre serenamente?