La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

Articoli con tag “Gif

La caccia

 

Sono finalmente riuscita a dare una sistemazione al micione. Il mio amico Seppl, del quale avevo già parlato in occasione delle sue preferenze in fatto di cucina, si è detto disposto a tenerlo nel suo maso. Non sarà una “dimora” adatta ad un gatto altolocato quale è Gif, di alto e nobile lignaggio, ma là avrà spazio a sufficienza, anzi perfino di più di quello al quale era abituato.

Ieri mattina si è qindi presentato il problema di come stanarlo da sotto il letto, dove si era trasferito.

Era anche il posto preferito dalla nostra gattina, che si rifugiava là sotto quando vedeva il trasportino nel quale la mettevamo quando ci recavamo a Milano. Ma con lei era semplice: bastava sbarrare tutte le porte delle altre stanze, lasciando aperta la porta del bagno, e spruzzare un pochino di deodorante sotto il letto. Lei schizzava fuori, rifugiandosi nell’unica stanza libera. E là era facile acchiapparla, anche perché non graffiava mai, ma si raggomitolava tutta e si lasciava prendere docilmente.

Con Gif…tutta un’altra cosa: il deodorante non ha funzionato, anzi lo ha innervosito ancora di più.

Abbiamo dovuto quindi alzare le reti elettriche del letto al massimo, cercando di farlo uscire spingendolo con uno spazzolone. Niente da fare. Alla fine, indossati i guanti da giardinaggio, mi sono infilata il più possibile sotto il letto: sono riuscita ad afferrarlo, ma ho rimediato tutta una serie di graffi sulle braccia, e sono stata fortunata perchè per un pelo non mi graffiava la faccia.

Ed ora il nobilgatto dovrà vedersela con altri tre “bastardoni”…


L’eredità

Devo prendermi cura della mia “eredità”.

Già, perché Baldo mi ha lasciato in eredità il suo gatto, un persiano grigio di razza, con tanto di pedigree, dal carattere molto problematico. Finché si era trattato di accudirlo durante la degenza in clinica del suo padrone, tutto bene, ma adesso la questione si fa piuttosto seria. Il gatto, che di nome fa Gif, è piuttosto aggressivo, anche se castrato, ed è pure asociale. Trascorre tutte le sue giornate sotto il letto ed esce solo alla notte per mangiare, bere e per le necessità fisiologiche. Ho cercato in tutti i modi di avvicinarlo, rimediando morsi e graffi, ma lui non si fa adescare nemmeno presentandogli pietanzine prelibate. Il fatto è che è abituato a casa sua, dove c’era un grande giardino, mentre io ho solo un balcone ed un terrazzino.

I nipoti di Baldo non vogliono saperne del micio; mio figlio, che ha un bel giardino, lo avrebbe anche preso, pur avendo un altro gatto, un cane ed un coniglio, ma conscio dell’aggressività di Gif ha desistito per paura che possa fare del male alla bambina.

Vedo che la bestiola soffre, e di certo non la voglio portare al gattile comunale, ma nemmeno posso continuare a vederlo così, sempre nascosto. Sto quindi cercando qualcuno che abbia uno spazio aperto dove il micio possa gironzolare indisturbato.