La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

Articoli con tag “Famiglia Cristiana

Il Vangelo secondo Matteo

Sono agnostica, quindi probabilmente sono anche la persona meno qualificata a commentare una simile notizia.
Famiglia Cristiana mette in copertina Salvini parificandolo addirittura a Satana (vade retro!), proprio nel giorno in cui il ministro propone di esporre il Crocifisso in tutti gli edifici pubblici.

Come c’è scritto sulla copertina del settimanale, “Nulla di personale o ideologico, si tratta solo del Vangelo”.

Allora mi vengono in mente la Bonino, grande esecutrice di aborti e promotrice della legge 194, considerata da questo papa come “grande donna dell’Italia di oggi “, o i colpevoli silenzi della Chiesa di fronte alle atrocità naziste, o le visite di stato dei Papi a dittatori di ogni colore, quali Castro, Erdogan ed altri, ed infine le oscene coperture di prelati pedofili.

In questi casi il Vangelo viene dimenticato?

Quindi è solo una questione politica.
Ho sempre avversato l’ingerenza religiosa nelle questioni politiche, come nel caso della DC nell’immediato dopoguerra – anche se servì a salvarci dall’essere inglobati nell’orbita comunista – mentre oggi il massimo lo si vede nell’Islam, dove stato e religione sono un tutt’uno.
E mi viene pure il dubbio che sia anche una questione economica, in quanto varie associazioni caritatevoli traggono il proprio sostentamento dal businness dell’accoglienza.
Nessun “vade retro” nei confronti dei politici di altre nazioni che fino ad ora hanno chiuso le frontiere all’immigrazione incontrollata; nessun “vade retro” nei confronti di chi, indossando la veste talare, insidia i bambini; nessun “vade retro” per chi rinnega le radici cristiane del nostro paese ed accetta invece che vengano sopraffatte da quelle di altri credo.
Non dico di tornare ai tempi della scomunica per chi votava comunista, però su quel settimanale la parola “CRISTIANA” di cristiano ha ben poco, e strumentalizza l’operato di Salvini che, ricordiamolo, ha sempre detto che l’accoglienza spetta ai veri profughi che fuggono da guerre e persecuzioni, e che rappresentano una minoranza nella marea di gente che è arrivata negli ultimi anni.

Non giudicate se non volete essere giudicati.


il guru

Ma chi ¢@##o crede di essere?

Faccio la solita, doverosa premessa che sono anni che non seguo il festival perché tanto vincono i predestinati con testi di una piaggeria inusitata (incluso il Vecchioni dello scorso anno), ma che mi limito a leggere le recensioni dei giornali e le notizie ANSA.

Ecco che tanto per cambiare ci propinano il solito guru, che questa volta chiede addirittura la chiusura di due giornali cattolici, Avvenire e Famiglia Cristiana. Il primo non l’ho mai letto, del secondo conosco solo alcune esternazioni del suo direttore, don Sciortino. E’ un settimanale che non mi piace, ma non per questo ne domanderei la chiusura, perche’ c’è sempre una fetta di gente che lo segue. Invece il guru ne esige la chiusura con la motivazione che non parlano piu’ di religione ma di politica, e si scaglia anche contro i preti perché invece di parlare di Dio, osano parlare di politica e non sono mica come don Gallo che sta dalla parte degli ultimi.

Ed e’ qui che mi salta la mosca al naso.

Don Gallo starà anche dalla parte degli ultimi, ma non ditemi che non fa politica!

Appena intervistato su “la 7”, ha detto:

– che era stato invitato a Sanremo, dove gli sarebbe piaciuto cantare l’Internazionale (e che è? Un canto liturgico?);

-ha benedetto la manifestazione NoTav dicendo che era per una resistenza “democratica e rivoluzionaria”;

– ha manifestato contro una centrale a carbone a Vado Ligure (pregate pure al freddo, miei cari);

– ha festeggiato la vittoria del suo candidato Doria alle primarie di Genova, come precedentemente aveva sostenuto Pisapia;

– lo scorso 25 aprile su un palco assieme a Gino Paoli aveva cantato Bandiera Rossa…

e questo sarebbe un prete che secondo il guru non fa politica?

Ma forse Celentano lo difende perche’ don Gallo e’ uno dei pochi che non ha trovato da ridire sul suo cahet… (vabbe’ che il cachet sara’ anche andato in beneficenza, ma che bella pubblicita’ gratuita al suo ultimo album, cantandone alcuni brani!).

Ma ecco alcune simpatiche similitudini tra due personaggi, trovate da Marcello Veneziani:

Hanno superato i 70 anni;

hanno pochi capelli;

sguazzano nei soldi;

risiedono in megaville con parco e piscine;

hanno sposato delle belle donne che una volta facevano le attrici;

un tempo suonavano la chitarra;

a volte cantano ancora;

si credono Dio;

fanno i piacioni;

vogliono dettare legge in TV.

Riconosciuti i due personaggi?