La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

Articoli con tag “Edith Södergran

Il mio avvenire

Un attimo capriccioso mi ha derubato dell’avvenire,
costruito come capitava.
Io lo fabbricherò molto più bello,
come lo pensavo all’inizio.
Io lo fabbricherò sulla terra ferma
che ha nome la mia volontà.
Io lo innalzerò sulle alte colonne
che hanno nome i miei ideali.
Io lo fabbricherò con un passaggio segreto
che ha nome la mia anima.
Io lo fabbricherò con un’alta torre
che ha nome solitudine.

 

Edith Södergran

Studio di Minoru Nomata


La tua nostalgia

La tua nostalgia è un mare che puoi navigare,
la tua nostalgia è un terreno su cui puoi camminare,
perché te ne stai allora inerte e scorata
fissando il vuoto?
Verrà un mattino con un orizzonte più rosso
di tutti gli altri,
verrà un vento a porgerti la mano:
mettiti in cammino!

 

Edith Sodergran


Io sono

Io non sono una donna. Sono una cosa neutra.

Sono un bimbo, un paggio e una decisione ardita,

sono un raggio ridente di sole scarlatto…

Io sono una rete per tutti i pesci voraci,

sono un calice a onore di tutte le donne,

sono un passo verso il caso e la rovina,

sono un salto nella libertà e nel sé…

Io sono il sussurro del sangue nell’orecchio dell’uomo,

sono una febbre dell’anima, della carne voglia e rifiuto,

sono una targa d’ingresso a nuovi paradisi.

Io sono una fiamma, che cerca vivace,

sono un’acqua, fonda, ma audace fino al ginocchio,

sono fuoco e acqua in rapporto leale, e senza condizioni.

 

Edith Södergran


Le fiaccole

Voglio accendere le mie fiaccole sulla terra.
La mia fiaccola starà
in ogni cortile notturno
sulle alpi, dove il cielo è malinconia.


O mia fiaccola, illumina il volto di chi è impaurito,
di chi ha pianto,
di chi è turbato,
di chi si è lordato.


Un dio dolce vi porge la mano:
senza bellezza l’uomo non vive un attimo.

 

Edith Sodergran


La tua nostalgia

La tua nostalgia è un mare che puoi navigare,
la tua nostalgia è un terreno su cui puoi camminare,
perché te ne stai allora inerte e scorata
fissando il vuoto?
Verrà un mattino con un orizzonte più rosso
di tutti gli altri,
verrà un vento a porgerti la mano:
mettiti in cammino!

 


Edith Södergran


Senza titolo

Di tutto il nostro mondo assolato
desidero soltanto una panchina in un giardino
dove un gatto prende il sole…
Là vorrei sedermi
con una lettera nascosta in seno
una sola piccola lettera.
Così appare il mio sogno…

 


Edith Södergran