La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

Articoli con tag “consultazioni

Utopia?

Mi aspetto una legge elettorale seria.
Non mi stancherò mai di ripetere che serve il vincolo di mandato.
Quando il “popolo sovrano” – di nome ma non di fatto – elegge i propri rappresentanti si aspetta che questi seguano una determinata linea politica e non facciano le banderuole cambiando continuamente casacca. Finché esisterà il “senza vincolo di mandato ” ci saranno sempre parlamentari che si vendono per una poltroncina e non si rendono conto di essere solo degli utili idioti (o lo sanno benissimo ed a loro non importa).
Invece con il vincolo di mandato se il parlamentare eletto dovesse cambiare idea, scattarebbero automaticamente le dimissioni, e non si arriverebbe alla buffonata dei vari movimentucoli come quelli che in questi giorni stanno salendo al Colle per le consultazioni.

Gruppo misto Camera
Gruppo misto Senato
Grandi Autonomie e Libertà (*)
Alternativa libera e possibile
Pensiero e azione
Democrazia solidale – Centro democratico
Civici e innovatori
Ala- Scelta civica
Area popolare
Conservatori e riformisti (in pratica un ossimoro)
Per le autonomie
Unione Sudamericana Emigrati Italiani

che si aggiungono agli altri partiti e partitini (tipo SEL, NCD e UDC) già esistenti ed a quelli autonomisti dell’Alto Adige e della Val d’Aosta, per un totale di 23 consultazioni, cui si aggiungono le tre di Grasso, Boldrini e Napolitano. Un’assurdità.

Gruppi parlamentari MAI VOTATI DA NESSUNO che, in quanto tali, percepiscono finanziamenti.
In pratica ogni transfuga da partiti può costituire un gruppo composto anche solo da 2 persone continuando a percepire l’indennità parlamentare oltre ai soldi per mantenere il suo gruppo.
Questo era uno degli sprechi da far cessare, ma di ciò neppure una riga nella riforma fortunatamente bocciata col referendum.
(*)GAL che si suddivide ulteriormente  in:

Popolari per l’Italia

Grande Sud

Idea

Alternativa per l’Italia

Euro Exit

Moderati

MPL


Inviato dal Veloce promemoria


Solite storie

Teoria della relatività

Novembre 2011

Fate presto…fate presto

L’importante era dare un governo stabile all’Italia (o buttare giù Berlusconi per colpa del quale, dicevano, lo spread si era alzato).

Febbraio 2013

Andiamo con calma, facciamo tutte le dovute consultazioni, vagliamo tutte le possibilità per dare all’Italia un governo stabile, che abbia i numeri per governare.

Intanto lo spread è risalito, ma nessuno ne parla perché, ovviamente, mica possono dare la colpa a Berlusconi…

 

E noi nel frattempo aspettiamo un vero governo mentre si sta effettualdo lo sterileed arcaico balletto delle consultazioni, un governo che non usi l’Italia come un tabellone di gioco di ruolo, Monopoli per quanto riguarda la politica monetaria, Risiko per la politica estera, dove ci siamo fatti mettere i piedi in testa rispettivamente dalla Germania e dall’India, però vedendo le consultazioni di Bersani (alla ricerca di un miracolo!) per l’eventuale formazione dell’esecutivo (Saviano, don Ciotti etc) ho molte perplessità…

E Bersani che non vuole il PdL, il M5S che non vuole né il PdL né il PdmenoL, il PdL che non vuole il nuovo dittatore della repubblica delle Banane e cerca le grandi intese altrimenti si va a votazioni, Bersani che non si sa se tema di più le elezioni o Renzi che rischia di vincerle… solite storie della solita Italietta.