La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

Articoli con tag “Codacons

Grazie

Io sto con Fedez e sua moglie Chiara.

La coppia, oltre ad aver donato personalmente 100 mila euro, ha raccolto circa 4 milioni e mezzo di euro tramite il cosiddetto crowfounding, ma è subito intervenuto il Codacons, che ha impugnato la raccolta dicendo che il denaro non andava destinato ad un solo ente (nel caso l’ospedale San Raffaele di Milano) ma a tutta la Protezione Civile.

Stiamo vedendo proprio in questi giorni come sta agendo – male – la Protezione Civile a livello nazionale, in quanto non è nemmeno in grado di provvedere a rifornire gli ospedali di adeguati mezzi di protezione, come le mascherine, le tute, i disinfettanti, ventilatori polmonari, ora anche le bombole di ossigeno iniziano a scarseggiare, alla faccia della miglior sanità del mondo come continuano a sbandierarci.

Allora ben vengano le donazioni effettuate direttamente agli ospedali interessati, che stanno provvedendo in proprio alla realizzazione di nuovi padiglioni attrezzati per il Covid-19 ed agli acquisti necessari grazie alle donazioni PRIVATE ricevute. Del resto tutti i governatori delle varie regioni, senza alcuna distinzione dovuta al colore politico, si stanno lamentando per i ritardi nel ricevere questi equipaggiamenti chiedendo di poter fare da soli, il che per legge non è ammesso, e lo stesso commissario straordinario Arcuri ha dovuto ammettere che molte cose arriveranno ad emergenza finita. Quindi non venitemi a dire che ci vuole più stato, che pubblico è bello: no, nel pubblico c’è solamente un eccesso di burocrazia che non solo ammazza l’iniziativa privata ma è anche causa di disorganizzazione, lungaggini, intoppi e, purtroppo, corruzione.

Personalmente ho aderito ad una campagna promossa dal mio istituto bancario che destinava le somme ad un determinato ospedale milanese. Alla Protezione Civile nazionale non avrei dato un soldo bucato, perché non c’è trasparenza e, come si vede, manca totalmente di organizzazione.A Fedez e Chiara posso solo dire GRAZIE

 

 


I nuovi delinquenti

Lo ribloggo da Facebook, dal sito di Minzolini fanclub…si commenta da solo
“Le persone che frugano nei cassonetti commettono un reato e rappresentano una forma di degrado inaccettabile”.
Queste sono parole del Codacons, l’associazione a difesa dei consumatori ! Il Codacons ha addirittura presentato un esposto alla Procura di Roma e una diffida al Comune per mancato controllo. “Una città civile e attenta ai bisogni di tutti, specie dei più poveri, non può permettere che nel 2013 si assista ancora a tali scene, che potrebbero oltretutto configurare veri e propri reati, sul fronte della violazione della privacy e della sottrazione di beni altrui. Senza contare i rischi sul piano sanitario”, afferma il presidente Carlo Rienzi. Ma il signor Rienzi penserà personalmente a procurare cibo ai poveracci che non sanno come sopravvivere ? Pensa che siano contenti di frugare nei cassonetti ? Non pensa che preferirebbero sedersi ad una bella tavola imbandita e consu…mare cibo di prima qualità invece di poveri avanzi ? Questa l’inverosimile spiegazione: tutto quello che viene gettato nei cassonetti diventa proprietà del Comune e della società che poi si occuperà della raccolta dei rifiuti. “Oltre a questo, la violazione della privacy potrebbe rappresentare un ulteriore danno ai cittadini che ignari gettono materiali che potrebbero contenere dati personali”. “Per ora nessuno è stato denunciato. Le forze dell’ordine dovrebbero vigilare. Per questo abbiamo presentato l’esposto”. “Ormai a Roma sempre più spesso si vedono uomini, donne e bambini intenti a rovistare nei rifiuti, nella speranza di trovare avanzi di cibo, indumenti dismessi o altri oggetti utili a combattere la povertà dilagante”, riferisce il presidente del Codacons Rienzi, definendolo uno spettacolo “triste, incivile e indecoroso. Il Comune di Roma deve fornire assistenza alle persone bisognose, aiutando i più poveri a vivere degnamente e a non ricorrere alla spazzatura altrui per sopravvivere”. Colpa della crisi economica che colpisce tutti e non fa distinzione tra italiani e stranieri, ma anche dei vigili urbani e delle forze dell’ordine che, secondo il Codacons, “assistono a tali episodi ma non intervengono, anche quando avvengono sotto i loro occhi”. Il dato allarmante per l’associazione dei consumatori è che a rovistare nei cassonetti ora sono anche le persone che fino a qualche tempo fa appartenevano al ceto medio e non avevano particolari problemi economici. “Non abbiamo dati certi su quanti rubano i rifiuti. E’ un fenomeno sommerso, difficile da monitorare, ma sospettiamo che negli ultimi quattro anni il loro numero si sia quintuplicato”, ci riferisce il Codacons. Purtroppo quando non si ha niente anche l’immondizia diventa un bene prezioso e mentre un tempo erano solo i rom che rovistavano fra la spazzatura ora ci sono tante persone, soprattutto anziane che lo fanno: le arrestiamo tutte? 

 


Misteri d’Italia

Non capisco… In un’Italia con ministeri afflitti da cronica mancanza di denaro per le funzioni cui dovrebbero essere addetti (ma non di certo per le persone che li presiedono), c’è un privato, Della Valle, che sgancia una bella cifra per la salvaguardia ed il restauro del Colosseo, c’è un Ente, il Codacons che si rivolge all’Antitrust, che gli ha dato ragione, chiedendo che queste operazioni vengano assegnate con un criterio di trasparenza e di concorrenzialità e per il medesimo motivo farà ricorso anche al TAR! Se credono di trovare qualcun altro che metta sul piatto una cifra più alta di quella che la Tod’s ha impegnato… Adesso ci si mettono pure i PM ad INDAGARE su una presunta “dismissione” dell’immagine del Colosseo da parte dell’amministrazione pubblica a favore di un privato, mentre la Corte dei Conti valuterà l’eventuale danno per l’erario, qualora venga accertato che altri concorrenti avrebbero potuto presentare un’offerta più vantaggiosa!

Forse Della Valle avrebbe fatto meglio a tenersi i suoi soldini e mandare tutti ‘sti burocrati a quel paese, lasciando che il tempo finisca di far crollare il monumento!