La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

Articoli con tag “Champion league

Milano, oggi

Solita giornata da piove-nonpiove… Quattro gocce ogni tanto, da non aprire l’ombrello ma da ritrovarsi comunque con i capelli umidi, che “sparano” impazziti da tutte le parti.
Saliamo sul tram, il 16, e ci chiediamo se per caso non abbiamo sbagliato città: un sacco di ragazzi parlano spagnolo 😮.
Poi noto altri italiani con sciarpe nerazzurre e capisco all’istante.
La linea è quella che porta a San Siro, questa sera c’è Inter – Barcellona, partita di Champion League, i ragazzi con tutta probabilità più che spagnolo parlavano catalano.
Comunque la partita inizia alle 21, ed erano appena le 15. Sei ore di anticipo per prendere posto?


E quindi uscimmo…

No, non “a riveder le stelle”, ma il sole, anche perché oggi si sono registrati 27 gradi :).
Oggi, per compensare la “reclusione” di ieri siamo usciti prestissimo e dalla zona viale Monza siamo arrivati fino alla Mac Mahon a piedi. Un tragitto lunghetto, ma solitamente ne facciamo anche di più lunghi.
Pranzato in un altro bel ristorantino in una trasversale (via Principe Eugenio) poi, sempre a piedi, siamo passati per il centro. Impossibile muoversi: i primi spagnoli sono già calati per la partita di domani con sciarpe e bandiere. Un pullman carico di tifosi girava strombazzando, ma era solo gente piena di allegria, come dovrebbe essere una simile occasione.
Per fortuna avevo già scattato qualche foto nei giorni scorsi, sia in piazza Duomo, completamente transennata,

image

che alla Darsena, dove è stata esposta una copia gigante della coppa.

image

E anche alla Darsena c’era un altro suonatore, stavolta con la chitarra.

image

Ho capito che in questi giorni è meglio evitare il centro e le zone limitrofe.  La partita la seguiremo comunque,  comodamente seduti sul divano,  come fa ogni “sportivo” che si rispetti :).


Inviato dal Veloce promemoria


A Milano

E da ieri, per fare un favore alla nostra amica, siamo nuovamente a Milano. Quest’anno, tra una cosa e l’altra, a casa nostra ci siamo stati ben poco.
Siamo partiti subito dopo aver votato per il ballottaggio (e come era prevedibile ha vinto il solito piddino – anche se ufficialmente indipendente -appoggiato dalla SVP) e ci ha accolto una magnifica giornata, praticamente estiva.
Oggi piccolo nubifragio mattutino con brusco calo della temperatura, un accenno di grandine, poi dopo pranzo un alternarsi di sole e pioggia. In zona Mac Mahon, dove abitavano i miei suoceri, una gradita sorpresa: il tram 12 ha ripreso a percorrere il solito itinerario e anche la linea è completamente cambiata : sono stati sostituiti i binari, che ora viaggiano immersi in un bel tappeto erboso, e sono state cambiate le pensiline. Davvero un bel lavoro.:).
In centro, si preparano per la finale della Coppa di Champions League : stanno installando transenne e dappertutto spuntano le pubblicità degli sponsor.
Credo che in questi giorni in città ci sarà un’atmosfera molto spagnoleggiante. 🙂
Sempre per la serie “uomini che dimenticano tutto”, cosa poteva lasciare a Bolzano mio marito?
La giacca impermeabile appena comperata a Zagabria!
Alla disperata ricerca di un K-Way, non lo abbiamo trovato e così, nonostante l’ombrello, si è preso una bella lavata!


Inviato dal Veloce promemoria


Il primo passo…

juve12003270_957036471009822_5450724967249962110_n

Qualche giorno fa, a commento di un mio post, avevo inserito la canzone “Blue Moon”.

Scopro adesso che è anche l’inno del Manchester City, squadra che mi impensieriva moltissimo anche per via della campagna acquisti che aveva fatto grazie ai soldini portati dallo sceicco Mansur bin Zayd Al Nahyan.

Sono stata in apprensione durante tutta la partita, mi sono innervosita all’autogol (pure irregolare) di Chiellini, per poi letteralmente saltare su dal divano (da vera sportiva 🙂 ) al pareggio di Mario Mandzukic (gli ho ridato il suo vero nome, dopo che l’avevo ribattezzato Manzotin) e il bell’Alvaro Morata. Il primo passo è stato fatto…speriamo che sia vero quanto dice il proverbio “Chi ben comincia è alla metà dell’opera”.

E che quanto mi piace la maglia nera con le cifre dorate: bella ed elegante.