La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

Articoli con tag “centro sinistra

Il pollaio

Sono stanca.

Vedere che nessuno si interessa dell’Italia, che ciascuno briga solo per i propri affari privati, che tutti, invece di unirsi per il bene comune, si frammentano sempre di più.

Guardiamo i partiti di centro-destra…frammentati quanto mai.

L’ex PdL, ritornato ad essere Forza Italia, che ha partorito la costola Nuovo Centro Destra, facente capo ad Alfano, la Lega Nord che ha rischiato la scissione tra maroniani e bossiani (e non è detto che non avvenga in futuro), gli altri ex di Alleanza Nazionale, suddivisi tra Fratelli d’Italia della Meloni e Crosetto , la Destra di Storace e gli altri partiti minori quali Grande Sud di Micciché , che tanto grande poi non è, ed altri movimenti più o meno piccoli, (MIR,MPA, Pensionati) giusto per dare una poltroncina a chi li ha creati ed ideati. E meno male che Futuro e Libertà di Fini si è sciolto ed il suo leader (?) cerca nuovi agganci…

Poi c’è il centro vero e proprio con l’UDC di Casini e Scelta civica già di Monti, con le altre siglette come Fare per fermare il declino, cui si aggiungeranno Tea party ed A.L.I.

Non che a sinistra vada meglio.

Il PD? Forse terrà, perché sono usi ad obbedire alle direttive calate dall’alto, ma non è che tra bersaniani e renziani corra buon sangue. Per ora tutto è possibile, anche una scissione come prospettato da alcuni veterocomunisti (ecco, l’ho detto!). Poi ci sono il Sel, i Verdi, Rifondazione Comunista, Comunisti Italiani, Radicali (ondivaghi tra teorie economiche liberiste e pratiche civili di stampo libertario), i Socialisti, l’Italia dei Valori (ma esiston ancora questi due ultimi? Mah). Tra chi li appoggia c’è anche la SVP altroatesina (quest’ultima però è quasi sempre e solo filogovernativa, in poche parole, sta attaccata al carro dei vincitori).

A parte, ci sono i guastatori, ossia il Movimento 5 Stelle che vogliono tutto ed il contrario di tutto….

Così, mentre lavoro, occupazione, rilancio dell’economia passano in secondo piano, tra un’alluvione ed un terremoto che vengono solo usati per altri scopi, tutti si preoccupano solo di parlare di ius soli di unioni di fatto ed omosessuali, di svuotacarceri e di criticare l’accordo Renzi-Berlusconi per le votazioni.

Non so come andrà a finire…le regole per il voto vanno stabilite prima, come sembra ovvio (anche se non a tutti), ma ormai l’Italia sembra un gigantesco pollaio, senza però che ci sia un qualsiasi gallo in grado di governarla.

pollaio