La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

Articoli con tag “Anna Achmatova

Notte d’estate

Foto:25.04.1994

Foto:25.04.1994

Giunse l’estate in una notte sola, 
e così non si vide Primavera.
Ed allora non ebbi più paura
che mi passasse accanto il mio destino.

Anna Achmatova

dipinto di Edvard Munch


Il salice

Io crebbi in un silenzio arabescato,
in un’ariosa stanza del nuovo secolo.
Non mi era cara la voce dell’uomo
ma comprendevo quella del vento.
Amavo la lappola e l’ortica,
e più di ogni altro un salice d’argento.
Riconoscente, lui visse con me
la vita intera, alitando di sogni
con i rami piangenti la mia insonnia.
Strana cosa, ora gli sopravvivo.
Lì sporge il ceppo, e con voci estranee
parlano di qualcosa gli altri salici
sotto quel cielo, sotto il nostro cielo.
Io taccio… come se fosse morto un fratello.
Anna Achmatova 


È larga e gialla la luce serale

È larga e gialla la luce serale,
mite il fresco d’aprile.
Hai tardato molti anni,
ma sono lieta di te.

Siedi più a me vicino,
guardami con gli occhi allegri:
Ecco il quaderno azzurro
dei miei versi infantili.

Perdona se son vissuta affliggendomi,
e il sole poco m’ha allietata.
Perdona, perdona se molti
ho scambiato per te.

Anna Achmatova


La luce della sera

Vincent_van_Gogh_-_Landscape_at_twilight_-_Google_Art_Project

Distesa e gialla la luce della sera,

carezzevole la freschezza d’aprile.

Sei in ritardo di molti anni,

eppure sono contenta che tu sia qui.

Siediti vicino e guardami…

Perdona, perdonami per il dolore che ho abbracciato,

per aver ignorato la luce del sole.

E specialmente perdona

quei troppi scambiati per te.

(Anna Achmatova)