La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

Ultima

Noi non ci conosciamo

Noi non ci conosciamo. Penso ai giorni

che, perduti nel tempo, c’incontrammo,

alla nostra incresciosa intimità.

Ci siamo sempre lasciati

senza salutarci,

con pentimenti e scuse da lontano.

Ci siamo rispettati al passo,

bestie caute,

cacciatori affinati,

a sostenere faticosamente

la nostra parte di estranei.

Ritrosie disperanti,

pause vertiginose e insormontabili,

dicevan, nelle nostre confidenze,

il contatto evitato e il vano incanto.

Qualcosa ci è sempre rimasto,

amaro vanto,

di non ceduto ai nostri abbandoni,

qualcosa ci è sempre mancato.

Vincenzo Cardarelli, dipinto di René Magritte

Annunci

Come se il mare

Come se il mare separandosi
svelasse un altro mare,
questo un altro, ed i tre
solo il presagio fossero

d’un infinito di mari
non visitati da rive –
il mare stesso al mare fosse riva-
questo è l’eternità.

Emily Dickinson

Mani e toghe

C’erano una volta le “Mani pulite”, ora invece sembra che ci siano le “Toghe sporche”, il tutto aggravato dal fatto che appartengano al Consiglio superiore della Magistratura, istituzione che dovrebbe essere di contrappeso al potere della Magistratura.

Già mi aveva insospettito una frase di Palamara “Quanto sta succedendo è tutta una ripicca, per via delle correnti”.

Correnti?

Beh, sì, lo sappiamo che ci sono le correnti, ma una Magistratura con la M maiuscola, imparziale, dedita solo alla legge ed alla sua applicazione (e non ad una “libera interpretazione” come succede in molti tribunali) dovrebbe essere neutrale, senza colori politici.

Invece nel CSM esistono le “correnti”, e queste hanno una chiara connotazione politica: destra, sinistra e centro.

Accanto alla più nota “Magistratura democratica” c’è il “Movimento per la Giustizia”, riunitesi in un cartello chiamato “Area”, e questa è la sinistra.

Poi ci sono “Unicost” (che si richiama al rispetto della Costituzione) e Magistratura Indipendente, che si pongono invece al centro, la seconda un po’ più conservatrice. Per ultimo c’è Autonomia e Indipendenza”, molto giustizialista, capeggiata da Piercamillo Davigo, molto sindacale, nel senso che è più attenta alla difesa dei privilegi dei magistrati. Le correnti hanno il compito di amministrare non solo gli aspetti disciplinari dei magistrati, ma anche le loro carriere, decidendone promozioni e trasferimenti, e qui rientra il campo delle indagini, per via delle nomine dei Procuratori, con strane riunioni notturne.

Ritornando al CSM, che dovrebbe essere l’organo di controllo.

I due terzi dei magistrati che compongono il Consiglio sono composti da magistrati eletti da altri magistrati, ossia gli stessi magistrati eleggono i propri controllori…e già questo dà da pensare.

Ma non è finita qui.

Cessato l’incarico presso il CSM, il componente decaduto da questa funzione torna a fare il magistrato. Normale questo? Mica tanto: oggi A controlla B, domani può verificarsi il caso che sia B a controllare A, e questo non pare molto regolare.

Quello che mi sconcerta è lo sgomento del PdR Mattarella che, secondo i dettati della Costituzione, è anche a capo del CSM: possibile che fosse del tutto all’oscuro di quanto si svolgeva in seno all’istituzione?

(Immagine da Corriere della Sera)

Grazie

Grazie a tutti quelli

che mi hanno amato

e a tutti quelli che mi hanno detestato

a quelli che mi hanno abbandonato

e a quelli che ho abbandonato

Ogni volta mi hanno ridato fuoco

e riacceso in me il desiderio

Ci sono quelli che ho dimenticato

e quelli che non dimenticherò mai

Non mi hanno impedito

d’avventurarmi

ogni volta

ad amare di nuovo.

Maram al Masri,Anime scalze

(dipinto di Tamara de Lempika)

Cicero pro domo sua.

Un mio dubbio.
I sindacati il 1′ giugno hanno portato in piazza i pensionati. Fermo restando che le pensioni minime non sono state toccate, le altre hanno avuto piccoli tagli. Per citare un caso personale, nonostante il recupero degli arretrati da gennaio a maggio, ho percepito comunque un importo superiore a quello dello scorso anno, mentre in tempi passati, con i precedenti governi, la rendita era rimasta inalterata per 2 o 3 anni.
Mi viene quindi in mente che i capi dei sindacati agiscano più che altro per salvaguardare le LORO pensioni, interessate da tagli ben più sostanziosi.
(foto ANSA)

Stelle

Qualche volta smetteva di piovere abbastanza a lungo da far uscire le stelle.

E allora era bello.

Era come poco prima che il sole va a coricarsi nella palude.

C’erano più di un milione di scintille sull’acqua.

Come quel lago di montagna.

Era così pulito, Jenny, sembravano come due cieli, uno sopra l’altro.

E poi nel deserto, quando il sole viene su, non riuscivo a dire dove finiva il cielo e cominciava la terra.

Forrest Gump, citazione

(dipinto di Van Gogh)

La 23° strada porta al Paradiso

Stai vicino alla finestra mentre le luci ammiccano

lungo la strada.

Da qualche parte un tram, che porta

a casa commesse e impiegati, passa sferragliando in questa

sera del Sabbath.

Un gatto nel cortile piange

perché trova il bidone dell’immondizia chiuso;

gli strilloni iniziano il loro giro che trasforma omicidi in penny.

Siamo chiusi in casa, per un po’ al sicuro, salvi

fino a domani.

Ti sfili il vestito, ti arrotoli le calze, attenta a non smagliarle.

Nuda ora,soffice luce su soffice carne,

ti fermi un attimo; ti volti di fronte a me –

sorridi come sanno fare solo le donne

che hanno giaciuto a lungo con il loro amante

uscendone più vergini.

La nostra cena è semplice, ma noi siamo meravigliosi.

(Kenneth Patchen)

Ricordi

Sfoglia i tuoi ricordi
cuci per loro una coperta di stoffa.
Scosta le tende e cambia l’aria.
Sii per loro cordiale, leggero.
Questi ricordi sono tuoi.
Pensaci mentre nuoti
nel mare dei Sargassi della memoria
e l’erba marina crescendo ti cuce la bocca.
Questi ricordi sono tuoi,
non li dimenticherai fino alla fine.

Adam Zagajewski

Alla tua salute, amore mio

Amore,
vola da me
con l’aeroplano di carta
della mia fantasia,
con l’ingegno del tuo sentimento.
Vedrai fiorire terre piene di magia
e io sarò la chioma d’albero più alta
per darti frescura e riparo.
Fa’ delle due braccia
due ali d’angelo
e porta anche a me un po’ di pace

Alda Merini, Alla tua salute, amore mio

L’ignoranza e la spocchia

Loro, i cervelloni, quelli istruiti, plurilaureati, quelli che credono di aver capito tutto, non hanno compreso invece un accidente di niente. Un tempo le sinistre difendevano la classe operaia e quella meno abbiente, mentre ora rappresentano solo le élites, quelle che hanno il cuore a sinistra ma il portafoglio ben saldo a destra, mentre i “subalterni” o i “poco istruiti”, come li definiscono poco elegantemente Lerner e Cuperlo, naturalmente non hanno capito nulla e si sono spostati verso la Lega di Salvini.

Dall’alto della loro spocchia, i “sinistri” non si sono accorti che pure i luoghi che avevano preso ad esempio di integrazione (Riace e Lampedusa) non li hanno riconfermati, e che molti dei loro più eccelsi rappresentanti, Kyenge in testa, sono stati trombati.

Non hanno saputo interpretare il pensiero della gente, che è stufa di invasione e di mantenere una massa di nullafacenti con la connivenza di una certa chiesa e di certe ONG che sugli accoglimenti ci marciano.

No, loro si arroccano sulle loro posizioni, ritengono addirittura che sia solo la classe istruita (come se a destra non ci siano comunque menti eccelse) a dover governare il paese rifacendosi alla “Repubblica di Platone” che divideva la popolazione in rigide caste, e solo ai “migliori” era demandato il compito di governare. Volete governare ed addirittura abolire il suffragio universale, come qualcuno ha prospettato? Fatelo pure, ma non chiedetemi un soldo di tasse! Nessuna tassazione senza rappresentanza…

Qui si configura addirittura un delirio di onnipotenza, in spregio alla democrazia che avrà certamente molti difetti, ma è pur sempre preferibile ad una oligarchia o, peggio, ad una dittatura.

Tanto pieni di sicumera, da non ricordare l’ignoranza abissale di alcuni loro ex ministri, prima fra tutti la Fedeli, la “più migliore”, e la mancanza di adeguato titolo di studio dell’attuale leader del PD.

In quale modo un partito che spregia la propria gente, che a seconda di come la suddetta popolazione vota li chiama ignoranti o colti, può realmente rappresentare queste persone così disprezzate?

Ah, a Roma e Milano il PD ha avuto la maggioranza? Saranno i soliti radical “shit” che non vivono certo nelle periferie, i cui abitanti devono subire tutti i disagi. Ricordo cosa disse Lerner, per cui i Rom non potevano essere messi ai Parioli perché gli affitti per loro erano troppo alti: però ci sono tante belle ville e palazzoni con ampi giardini in cui si potrebbero sistemare tante belle roulottes…Forse anche in quelle zone, come a Capalbio, allora voterebbero Lega!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: