La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

Non è un paese per vecchi

Anche se con le migliori intenzioni, leggo di chi vorrebbe recludere gli over 65 per consentire agli altri di condurre una vita normale. Questo mio contatto di Facebook propone di segregare gli anziani in casa, consentendo loro di essere accuditi tramite i figli in base a speciali permessi o, se soli, consegnando loro spesa e medicinali direttamente a casa tramite la protezione civile!

Grazie alla legge Fornero si è considerati “forza lavoro” fino ai 67 anni (salvo futuri aumenti di età), poi ci sono molti nonni over 65 che si occupano dei nipoti qualora i genitori siano così fortunati in questi tempi da avere ancora un lavoro, quindi trovo questa idea palesemente assurda.

Chiudere un anziano in casa significa solo seppellirlo anzitempo. Come passerebbe le giornate? Rincitrullendo davanti alla TV o leggendo i giornali che come prime notizie snocciolano le cifre dei decessi, a parte l’eccezione del festival di Sanremo o le dimissioni di Zingaretti che hanno tenuto banco per un paio di giorni?

Con quale logica imprigionare vecchi, malati, deboli, “imperfetti”? Sembra una soluzione dal vago stile nazista: manca solo che venga proposta l’eliminazione di queste categorie per salvaguardare i giovani!

Provvedimento simile a quello già prospettato da Jacques Attali, l’economista francese mentore di Macron, che aveva suggerito di eliminare tutti gli anziani improduttivi qualora mantenerli in vita fosse diventato troppo dispendioso.

Eh, questi vecchietti che si ritrovano al supermercato per fare la spesa, oppure al bar a bere un caffè o farsi una partitina a carte…loro sì che sono i potenziali untori. I giovani invece, quelli che, dopo essere stati ore davanti ad un PC per la DAD, e si ritrovano poi nei cortili o nei parchi (e a mio parere FANNO BENE), sono quelli che sono meno colpiti dal contagio e, se infettati, superano tutto con minori conseguenze.

7 Risposte

  1. Carissima fra un po’ arriviamo all’eugenetica, altro che inclusione!!! Mi viene in mente un bellissimo film, Cloud Atlas, dove un gruppo di ottuagenari scappa da una RSA-lager…

    Piace a 1 persona

    13 marzo 2021 alle 19:18

    • Se anche la gente comune inizia a pensarla così, stiamo freschi!

      "Mi piace"

      13 marzo 2021 alle 19:25

  2. Mai come in questo periodo noi anziani siamo considerati ingombranti!

    Piace a 1 persona

    13 marzo 2021 alle 21:04

    • Anche i ragazzi però stanno tribolando la loro parte. Senza frequentare scuola, amici, parenti, stiamo allevando una generazione di asociali. Molti contatti mi stanno dicendo che i loro bambini e nipoti si rifiutano di uscire di casa, se non addirittura dalla loro stanza e si nascondono quando ricevono qualche rara visita. Per non parlare di una mia conoscente che ha un ragazzino autistico che inizia ad avere degli incubi.

      "Mi piace"

      15 marzo 2021 alle 18:46

      • Hai ragione, tutta una generazione di i giovanissimi avrà dei terribili ricordi se non addirittura dei traumi da questo periodo che disincentiva le relazioni sociali

        "Mi piace"

        15 marzo 2021 alle 19:18

  3. Sigh !!!

    Piace a 1 persona

    14 marzo 2021 alle 21:30

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...