La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

Voglia di libertà

Ormai anche la stampa è decaduta, certi giornalisti sono completamente asserviti a questo governo (per carità cristiana non lo definisco regime).

Gaetano Pedullà dice chiaramente che “la gente deve smettere di pensare che tutto ciò che non è espressamente vietato sia permesso”.

Massimo Giannini, il direttore della Stampa che augurava “buon covid a tutti”, rincara la dose scrivendo che “a Natale bisogna chiudere tutto, perché i cittadini non sono in gradi di gestire le piccole quote di libertà che gli vengono concesse”.

Se non ci si rende conto che questa ormai è una dittatura, non lo so: ormai le nostre libertà non valgono praticamente nulla, la Costituzione è diventata solo carta straccia.

Ormai ho una certa età, ed essendo in gradi di intendere e volere, non ancora del tutto rimbecillita, sono anche in grado di votare (e non vedo l’ora di farlo per cercare di mandare a casa questa banda di scappati di casa a calci nel deretano) quindi credo di poter decidere in autonomia di frequentare chi voglio (sempre che gli altri siano consenzienti, ovvio), di vaccinarmi o meno, di potermi recare dove cavolo desidero, naturalmente seguendo le normali precauzioni.

Tenendo me e i miei coetanei reclusi in casa, isolati senza nessuna colpa, lontani dagli affetti più cari, questo governicchio non fa altro che farci invecchiare più rapidamente del dovuto.

Quest’anno mi sarei recata almeno una volta all’estero ed almeno altre due volte a Milano, per non parlare poi di altre brevi gite in altre città italiane. Invece, per pura grazia del PdC mi è stato concesso al massimo di potermi spostare ma solo nell’ambito della mia provincia.

A Conte, ministri, componenti di commissioni e task force di certo non auguro un buon Natale.

Spero solo che il panettone vada loro di traverso.

2 Risposte

  1. Carissima, ultimamente ho acquistato un libro della validissima Ilaria Bifarini, “Il grande reset”. Questo è il futuro che si affaccia all’orizzonte, tutto documentato, nessun complotto. Oramai è tutto sotto il sole, tanto siamo stupidi e non capiamo. E molta gente è istupidita veramente, purtroppo.
    Il processo di validazione di un nuovo vaccino, che soltamente avveniva nel corso di svariati anni, in quanto necessario per verificare tutte le reazioni avverse, anche quelle non immediate, è stato ridotto a sei mesi. Io non sono anti vaccinista, ma proprio non me la sento di azzardare così tanto. Consoliamoci l’un l’altro con le preziose, squisite poesie che per esempio tu offri, diamoci reciproco conforto, mantenendo la memoria di ciò che era. Ti auguro buone feste, di cuore.

    "Mi piace"

    18 dicembre 2020 alle 19:20

    • Come te, ho sempre sostenuto la validità dei vaccini, ma alla luce di quanto sta succedendo sono alquanto perplessa. Già si sono manifestate le prime reazioni allergiche, alcune gravi, in un caso addirittura una operatrice sanitaria è stata portata in terapia intensiva, anche se poi ne è uscita. Quest’anno lo trascorreremo da soli, mio marito ed io, anche perché il 2020 ci ha portato via dei buoni amici. Fortunatamente in questo caso internet si sta rivelando una vera manna, almeno da poter vedere quanti ci sono lontani. Ricambio gli auguri, sperando che il prossimo anno possa portarci qualcosa di meglio. Un abbraccio.

      "Mi piace"

      18 dicembre 2020 alle 19:46

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...