La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

Un paese anormale

Quando la prima notizia di un telegiornale è quella dei fischi a Balotelli (ed il dubbio fondato è che sia stato fischiato prescindendo dal colore) e non quella della morte di tre vigili del fuoco;

Quando l’incompetenza del governo causa l’allontanamento di un investitore estero in quanto gli si nega lo scudo penale che gli era stato garantito e come conseguenza c’è la perdita di 10mila posti di lavoro, oltre l’indotto (e perché mai Arcelor Mittal avrebbe dovuto pagare per reati commessi da altri), e ci si aggiunge pure la magistratura che vuole lo spegnimento degli altoforni in dicembre;

Quando si lascia che Alitalia continui a perdere soldi e si dilaziona ulteriormente il termine per il bando della concessione;

Quando si fa un governo con chicchessia, purché non vinca Salvini, ma sotto sotto c’è solo il desiderio di stare attaccati ancora per un poco alla cadrega;

Quando l’ideatore del M5S propone di trasformare l’ILVA in un parco divertimenti, e come pagliaccio ci vedrei benissimo lui con tutta la sua congrega, inclusa la Lezzi che vede la coltura delle cozze pelose nel luminoso futuro pugliese;

Quando Gigino o’ bibitaro si definisce statista;

Quando il RdC si è dimostrato una colossale cazzata, ma non si ha il coraggio di tornare indietro;

Quando gli sbarchi di clandestini riprendono alla grande, e viene sospeso il giornalista che ha usato questo termine;

Quando fa più notizia l’ammutinamento dei giocatori del Napoli che la manovra finanziaria che svuoterà le nostre tasche ed il nostro ultimo posto nelle classifiche UE per redditività;

Quando si concede una sostanziosa 😳 rivalutazione delle pensioni di ben 6 euro lordi annui;

Quando per avere l’autorizzazione per un passo carraio è necessaria una dichiarazione di antifascismo;

Ce ne sarabbe ancora molto da scrivere, però mi fermo qui.
Aggiungo solo che i grullini dovrebbero imparare almeno a fare i conti più elementari.
Il loro tweet annuncia un risparmio di un miliardo di euro in dieci anni, il che significa 100 milioni di euro all’anno… Briciole. Mi fermo solo alla voce “25mila infermieri”.
Il conto è presto fatto:
100.000.000:25.000 =4.000 euro ANNUI a cranio. E chi viene a lavorare per un importo simile?

2 Risposte

  1. Ma in realtà c’è l’hanno spiegato qual è lo spirito della manovra: aumentare le tasse è griiiin! Vogliono salvare il pianeta e ci riusciranno, poi per il resto si vedrà

    Piace a 1 persona

    7 novembre 2019 alle 21:35

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...