La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

Il cappello della tempesta

Su ogni macchia della betulla,

ho appoggiato un pensiero e un sospiro.

Diventerò un falco: ho già le piume in tasca.

Su ogni sasso che mi fa cambiare passo,

piego il mio viaggio e trattengo il mio canto.

Diventerò un cavallo: la mia coda scaccerà  le mosche.

I fiori caricano i pennelli

le dita dell’erba indicano la corsa del vento,

l’edera non dice a nessuno dove vuole andare:

l’edera non soffre di vertigini.

Su ogni palo di steccato,

scriverò che sono figlio dell’ortica:

puoi toccare solo le mie foglie.

Diventerò serpente:

ho già messo la pelle vecchia sull’attaccapanni.

Sul forcone del contadino,

appoggerò il cappello,

lo prenderà la tempesta, e le andrà stretto.

Diventerò un moscerino

e ti finirò in un occhio.

 Davide Van De Sfroos

Una Risposta

  1. ❤💙❤

    Piace a 1 persona

    5 ottobre 2019 alle 20:36

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...