La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

Il Vangelo secondo Matteo

Sono agnostica, quindi probabilmente sono anche la persona meno qualificata a commentare una simile notizia.
Famiglia Cristiana mette in copertina Salvini parificandolo addirittura a Satana (vade retro!), proprio nel giorno in cui il ministro propone di esporre il Crocifisso in tutti gli edifici pubblici.

Come c’è scritto sulla copertina del settimanale, “Nulla di personale o ideologico, si tratta solo del Vangelo”.

Allora mi vengono in mente la Bonino, grande esecutrice di aborti e promotrice della legge 194, considerata da questo papa come “grande donna dell’Italia di oggi “, o i colpevoli silenzi della Chiesa di fronte alle atrocità naziste, o le visite di stato dei Papi a dittatori di ogni colore, quali Castro, Erdogan ed altri, ed infine le oscene coperture di prelati pedofili.

In questi casi il Vangelo viene dimenticato?

Quindi è solo una questione politica.
Ho sempre avversato l’ingerenza religiosa nelle questioni politiche, come nel caso della DC nell’immediato dopoguerra – anche se servì a salvarci dall’essere inglobati nell’orbita comunista – mentre oggi il massimo lo si vede nell’Islam, dove stato e religione sono un tutt’uno.
E mi viene pure il dubbio che sia anche una questione economica, in quanto varie associazioni caritatevoli traggono il proprio sostentamento dal businness dell’accoglienza.
Nessun “vade retro” nei confronti dei politici di altre nazioni che fino ad ora hanno chiuso le frontiere all’immigrazione incontrollata; nessun “vade retro” nei confronti di chi, indossando la veste talare, insidia i bambini; nessun “vade retro” per chi rinnega le radici cristiane del nostro paese ed accetta invece che vengano sopraffatte da quelle di altri credo.
Non dico di tornare ai tempi della scomunica per chi votava comunista, però su quel settimanale la parola “CRISTIANA” di cristiano ha ben poco, e strumentalizza l’operato di Salvini che, ricordiamolo, ha sempre detto che l’accoglienza spetta ai veri profughi che fuggono da guerre e persecuzioni, e che rappresentano una minoranza nella marea di gente che è arrivata negli ultimi anni.

Non giudicate se non volete essere giudicati.

4 Risposte

  1. Non leggerò più questa rivista.

    "Mi piace"

    27 luglio 2018 alle 08:09

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...