La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

Archivio per 20 febbraio 2018

Madri…

Come possiamo chiamarle madri?

A Gibellina, nel dicembre 2017, una tredicenne costretta a prostituirsi.

Lo stesso, con una ragazzina di pari età, qui in Alto Adige, questo mese.

L’ultimo caso di qualche giorno fa riguarda una bambina di appena 9 anni, venduta dalla madre ad immondi vecchiacci per cifre che andavano dai 5 ai 25 euro.

Che sia un estraneo a compiere simili atti è già perverso, ma che le madri non solo siano consenzienti, ma che addirittura vendano le proprie bambine è semplicemente aberrante.

Non ho parole per simili fatti.


senza titolo

Sopra un borsone, sotto un nero arco,
il sassofonista ha passato la notte a suonare,
un ubriaco sopra una panchina al parco
dormiva, stesosi su un foglio di giornale.

Anch’io diventerò un musicante
e, sempre che non venga meno,
con fiocco nero e camicione bianco
andrò suonando a notte esposto al vento.

Affinché l’ubriaco dorma sorridendo
sotto un cielo fino in fondo vuotato –
dormi, non ti preoccupar di niente,
una è la musica, una soltanto.

Boris Ryžhij Barisovich