La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

Schiavi

Dal nostro inno, musicalmente bruttino, a tutt’oggi ancora provvisorio:


“schiava di Roma”


Schiavi dovrebbero essere gli altri popoli, invece schiavi di Roma – e non cittadini – siamo noi italiani, dalle Alpi alla Sicilia. Schiavi di un governo ormai morente e che sta tirando le sue ultime frecciate, che rimanda sempre più il momento della propria scomparsa. Schiavi di un parlamento dove i cambi di casacca e le scissioni ormai non si contano più. Schiavi, perché questi personaggi non ci rappresentano in quanto eletti in uno schieramento e transitati da tutt’altra parte e perché non considerano minimamente il volere e le necessità della popolazione, ma tesi solo a mantenere fino all’ultimo i privilegi di cui godono.
Ed i peggiori sono proprio gli anziani che siedono su quei seggi da maggior tempo, avidi come vecchi usurai, certamente non un bell’esempio per i più giovani.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...