La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

Sempre più confusa

 

Solito giro su internet alla ricerca di qualche conferma che dirima i miei dubbi, però è difficile, molto difficile.

Donald Trump ha sferrato questa notte un attacco aereo contro la Siria, con lo scopo di annientare le armi chimiche di Assad.

Premesso che ancora nel 2014 il segretario di Stato americano John Kerry twittò che le ultime scorte di armi chimiche siriane erano state definitivamente distrutte (ricordate le navi che le trasportarono e che fecero sosta a Gioia Tauro? Proprio quelle), quali altre armi avrebbe avuto ancora Assad? Non è più coerente supporre che i depositi chimici siano invece quelli iracheni finiti in mano ai ribelli?

La prima affermazione sul ruolo di Assad nell’utilizzo delle armi chimiche proviene da Israele: orbene, da sempre sono amica di quella nazione, però in questo caso quali prove concrete hanno in mano? Capisco che Israele si voglia cautelare in tema di sicurezza: Assad padre considerava Israele un nemico giurato, ma il figlio non sembra intenzionato a seguire la sua stessa strada. Ci sono però altre cose che ovviamente non vengono divulgate alla gente comune.

Trump si è detto sconvolto per la vista dei bambini siriani vittime delle suddette armi chimiche, e che la Siria è andata ben oltre la linea rossa.

Però nell’attacco sferrato ieri (59 missili, dei quali solo 23 sono arrivati sul bersaglio, gli altri 36 chissà dove sono arrivati, alla faccia della precisione chirurgica!) sono morte una quindicina di persone, sei militari e nove civili, tra i quali quattro bambini. Questi ultimi forse contano meno di quelli morti l’altro giorno? E dei quattro uccisi questa notte non vengono diramate fotografie, così, tanto per intenerire la gente?…

Molte cose sono ancora oscure: SEMBRA che i russi siano stati preventivamente allertati (prima lo hanno ammesso, per negarlo in seguito) e che abbiano potuto allontanarsi, avvertendo così anche i siriani e questo spiegherebbe anche il limitato numero di vittime in una base che contava migliaia di persone; SEMBRA che siano andati distrutti pochi aerei, per giunta già in riparazione; SEMBRA che le piste di decollo non siano state toccate.

SEMBRA, SEMBRA, SEMBRA.

DI CERTO NON C’È NULLA.

Sembra che sia una messinscena per salvare la poltrona a Trump, che ha portato a compimento quello che Obama, pur guerrafondaio come pochi, non aveva avuto il coraggio di fare, e che l’attuale Presidente abbia dato così prova di forza, dimostrando di non essere “amico di Putin”.

Sembra anche che sia un avvertimento al coreano Kim, che stia ben attento a quello che fa, altrimenti sono cavoli amari.

L’unica cosa che dà fastidio è che gli USA si siano ancora appropriati del compito di

gendarmi del mondo”: del resto è noto che agli americani piace sempre figurarsi come i buoni che distruggono i cattivi.

Bisogna però assicurarsi PRIMA chi siano i veri cattivi, altrimenti finisce come in Irak, Libia, Yemen, Tunisia, Egitto, Algeria… così rischiamo davvero di trovarci l’ISIS alle porte, se non addirittura in casa, con le sue decapitazioni, lapidazioni, omosessuali gettati dalle torri,

Però stiamo tranquilli: noi abbiamo la Mogherini, che prepara mozioni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...