La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

Piccoli delinquenti crescono


I presupposti per incriminare qualcuno per un reato sono la volontarietà del gesto e la capacità di intendere e volere.

I quindicenni di Vigevano che hanno fatto ubriacare il loro coetaneo riducendolo in stato di incoscienza, lo hanno condotto carponi legato ad un guinzaglio, lo hanno denudato ed appeso a testa in giù alla spalletta di un ponte, brutalizzandolo quindi con una pigna e postando i filmati su internet, non possono certo avere la scusante della giovane età.

Sono dei delinquenti, minorili certo, ma sempre delinquenti. Sapevano benissimo quello che stavano compiendo, hanno approfittato di un ragazzo della loro stessa età psicologicamente fragile per ridurlo a loro zimbello. Non può esserci compassione per loro, ma solo disprezzo e la speranza che una giusta pena venga loro comminata.

Mi chiedo che tipo di educazione abbiano ricevuto, visto lo spregio in cui tengono l’esistenza di un altro essere umano. Figli di “famiglie bene” che non avevano niente di meglio da fare, nell’indifferenza degli adulti che hanno creato questi mostri.

Ora si chiede che l’età per la responsabilità penale venga abbassata a 14 anni, e sarebbe anche giusto. Un adolescente di oggi non può essere equiparato ad un pari età di trenta o quarant’anni fa. I ragazzi adesso sono molto più svegli, assorbono quotidianamente dosi di soprusi e brutalità dalle notizie dei telegiornali e rincarano la dose con videogiochi violenti, ma se non vengono adeguatamente seguiti per far comprendere loro che un conto sono i giochi ed un altro la realtà, cresceranno convinti che tutto possa essere permesso, ed ecco quindi episodi di bullismo portati all’estremo come nel caso di Vigevano o di semplici bravate che si trasformano in tragedie, come nei casi dei morti per scattarsi un selfie in condizioni estreme.

Questo però è valido fino ad un certo punto, perché anche la maturità cresce di pari passo e con essa la consapevolezza di fare COSCIENTEMENTE del male a qualcuno.

Ora tutti i ragazzi, che è restrittivo definire semplicemente bulli, sono stati portati al Beccaria, il carcere minorile di Milano e spero che vengano sottoposti ad una condanna esemplare, ma dubito di ciò, visto il buonismo che ultimamente sta imperando in questa nostra società.

Annunci

3 Risposte

  1. yashalblog

    delinquenti, ma che persone esistono?!

    Liked by 1 persona

    15 marzo 2017 alle 20:17

  2. miranda

    La prima educazione si fa in famiglia ,la scuola dovrebbe proseguire nella formazione del futuro cittadino ma purtroppo le famiglie sappiamo come finiscono “allargate”” e la scuola purtroppo a volte è cattiva maestra.La società è sotto i nostri occhi,di conseguenza …

    Mi piace

    21 marzo 2017 alle 18:23

    • Distinguo sempre tra educazione (che dovrebbe avvenire in famiglia) ed istruzione (che deve essere impartita dalla scuola). Purtroppo oggi molti demandano alla scuola anche l’educazione, e questo non è certamente un bene.

      Mi piace

      21 marzo 2017 alle 18:27

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...