La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

Archivio per 26 dicembre 2016

2016 nero

Anno tragico per la musica questo che sta per finire, ed anche in questi ultimi giorni ha voluto sferrare la sua zampata malefica.

Così, dopo la scomparsa quest’anno di David Bowie, Keith Emerson, Gianmaria Testa, Prince, Leonard Cohen e Greg Lake, adesso dobbiamo piangere la scomparsa di gran parte del coro dell’Armata Rossa avvenuta nel disastro aereo della vigilia di Natale,

e di Georg Michael, leader dei Wham, proprio il 25 dicembre.

E li ricordo appunto con i due brani natalizi che ho postato sopra.


Luci

​25 dicembre, ore 17.30

Dopo una bella giornata passata presso Padova in famiglia arriva purtroppo l’ora di tornare a casa.  Ormai è buio, data la stagione, rotto solo dalle luci.

Ci sono i serpenti luminosi in autostrada,  rosso quello delle luci di posizione delle auto  davanti a noi e bianco quello dei fari dei veicoli sulle corsie opposte.

Poi le solite insegne delle ditte e dei distributori, i fanali giallastri delle strade, che si infittiscono in prossimità degli svincoli. In questo periodo però tutto è più sfavillante. I grandi centri commerciali risplendono da lontano, con figure fantasmagoriche che si accendono ad intermittenza con un effetto psichedelico, ma le cose più belle si scorgono in lontananza.

Luci di paesetti distanti che sembrano tanti presepi, ogni tanto una chiesetta illuminata debolmente con un campanile snello e dalla punta aguzza come quello della poesia di Rio Bo. Sulle colline, tra Verona e Trento, ogni tanto una cometa: per essere visibile da lontano immagino debba essere davvero enorme. Ogni tanto, sempre su quel tratto di strada, anche dei presepi luminosi: capanne con le effigi di Maria, Giuseppe ed il Bambino: pure questi debbono essere di dimensioni considerevoli. 

E poi alberi, per lo più abeti, ricchi di luci e scintillanti, pieni di globi colorati o di minuscoli LED simili a brillantini Swarowsky. Anche in città – dopo l’aberrazione falsamente risparmiatrice protrattasi per qualche anno – è ritornata l’usanza di un tempo e sulle strade è tutto un fiorire di stelle, cerchi luminosi, piogge di luce. La magia del Natale è anche qui,  in questa luminosità che sembra voler diradare le tenebre in cui la cattiveria di pochi vuole gettarci.