Nei sogni entriamo in un mondo che è interamente nostro.

Il bue e l’asino

bue_asino_maxresdefaultPremetto che non ho seguito il confronto (se così può essere chiamato) tra la Boschi, che – stando a testimonianze attendibili di miei conoscenti e contatti – parlava a fiume, cosa usuale per un avvocato,  e Salvini, continuamente interrotto dalla Dietlinde rossa

Se la ministra ciancia a vanvera di diamanti della Lega e non  dice che la magistratura li ha restituiti  alla Lega stessa, è in perfetta malafede o è molto disinformata,  il che è pure peggio.
Altrettanto dicasi quando parla del fallimento della Credieuronord (banca della lega)  fallimento di 13 milioni di euro QUASI INTERAMENTE RESTITUITI AI SOCI. Pensi piuttosto al MPS con   MILIARDI di debito, o al Banco Etruria con  circa 800milioni di debito. 

Il primo, banca del PD, con una buona parte del debito pagato da TUTTI gli italiani e con il titolo che è sceso ai minimi storici (0,17 oggi da oltre 24 euro ad azione del passato ).
Il secondo, in cui parte della sua famiglia aveva lo zampino, dove gli investitori difficilmente vedranno il rimborso PARZIALE.
In breve, il bue che dice cornuto all’asino. (per la cronaca, il suddetto post, su FB, ha avuto l’interessamento – naturalmente negativo – di un noto giornalista economico di Repubblica) che ci ha tenuto ad evidenziare che le perdite di Credieuronord furono pagate dalla Popolare di Lodi, poi fallita, ma sui diamanti,  MPS ed Etruria fino ad ora non ha risposto… Dice che sarebbe solo una perdita di tempo 😀 😀 😀 .Un bel tacer non fu mai detto).

Annunci

9 Risposte

  1. Io l’ho seguito (ello 😉 ) e mi sono girate abbastanza.

    Liked by 1 persona

    8 ottobre 2016 alle 19:02

  2. Mi piace

    8 ottobre 2016 alle 19:16

  3. Un confronto per chiarire le ragioni del no o quelle del Sì è stato spostato colpevolmente da Salvini su altri binari per nascondere la mancanza di argomenti. Tutti i giornali e i social hanno evidenziato il fatto che sulla riforma Salvini era assolutamente impreparato.

    Liked by 1 persona

    14 ottobre 2016 alle 20:57

    • Chi conduceva era la Gruber… soccorso rosso in aiuto

      Liked by 1 persona

      14 ottobre 2016 alle 22:24

      • Molte delle persone che vogliono votare No credono che la loro decisione sia quella giusta perché si basano sulle informazioni che hanno letto e non gliene frega niente di approfondire la questione. Altri leggono solo informazioni che confermino l’opinione che si sono già fatti e quindi non hanno idea delle ragioni del Sì. I politici invece sanno benissimo i vantaggi che la riforma comporta e votano no per diversi motivi. La lega non avrà mai i voti necessari per formare un governo, forza italia probabilmente neanche, ma loro hanno in più molto risentimento verso il premier per non aver dato l’immunità a Berlusconi. L’unico partito che potrebbe andare al ballottaggio col Pd è il m5s ma loro, dopo anche l’esperienza romana, hanno paura a governare l’Italia perché non hanno le persone nè l’esperienza necessaria (tre mesi per nominare un assessore, figurati nominare una ventina di ministri, segretari e sottosegretari) Preferiscono essere una consistente minoranza in un sistema proporzionale in cui possono condizionare il governo senza dover governare. La riforma costituzionale gli toglierebbe tutto il potere di boicottare le decisioni del governo. Stessa sorte toccherebbe a tutte le correnti e minoranze del Pd. Per questo tutte le forze politiche sono contrarie, tutti hanno da perdere qualcosa tranne gli italiani che finalmente avrebbero un governo stabile e in grado di governare, senza che questo tolga qualcosa alla democrazia e alla libertà. Facciamo i nostri interessi o quelli dei politici?

        Mi piace

        14 ottobre 2016 alle 23:46

        • Ne abbiamo già discusso sul tuo blog. Certo molti credono che votando NO si possa mandar Renzi a casa, cosa che lui ha già smentito, ma come ho già detto mi sono letta la riforma e la trovo pessima. Avere un governo stabile? L’avevamo grazie anche al premio di maggioranza, poi ci sono stati i voltagabbana: da Fini in poi, passando da Alfano fini a Verdini… a me basterebbe che abolisse il “senza vincolo di mandato”. Poi anche sulla diminuzione dei costi della politica c’è parecchio da obiettare. L’unica cosa buona è l’abolizione del CNEL.

          Mi piace

          15 ottobre 2016 alle 07:58

          • Questo è l’articolo originale:
            L’Articolo 67 della Costituzione della Repubblica italiana recita:

            « Ogni membro del Parlamento rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato »
            Questo articolo della Costituzione italiana fu scritto e concepito per garantire la libertà di espressione più assoluta ai membri del Parlamento italiano eletti alla Camera dei deputati e al Senato della Repubblica. In altre parole, per garantire la democrazia i costituenti ritennero opportuno che ogni singolo parlamentare non fosse vincolato da alcun mandato né verso il partito cui apparteneva quando si era candidato, né verso il programma elettorale, né verso gli elettori che, votandolo, gli avevano permesso di essere eletto a una delle due Camere (divieto di mandato imperativo). Il vincolo che lo lega agli elettori assume, invece, la natura di responsabilità politica.
            Questo è quello modificato:
            L’articolo 67 della Costituzione è sostituito dal seguente: «Art. 67. — I membri del Parlamento esercitano le loro funzioni senza vincolo di mandato».

            Con la modifica scomparirà la nozione di Rappresentanza della Nazione che come visto dalla modifica dell’articolo 55 non sarà più in capo ai senatori (che rappresentano gli enti territoriali dove sono eletti) ma permane in capo ai deputati. Rimane la formula dell’esercizio delle funzioni parlamentari senza vincolo di mandato.
            Cosa intendi con “a me basterebbe che abolisse il senza vincolo di mandato”? C’è nell’articolo originale e rimane in quello modificato.

            Mi piace

            17 ottobre 2016 alle 20:51

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...