La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

Referendum


Giusto sessant’anni fa gli Ungheresi affrontarono una dura battaglia per liberarsi dal giogo comunista, battaglia purtroppo persa, costata tante vite umane ed altri decenni di dittatura.
Ieri erano chiamati alle urne per “mitigare” la dittatura europea in materia di accoglienza dei “profughi” e delle relative quote imposte.
Speravo che in molti raccogliessero l’invito di Orban e andassero a votare. Il quorum non è stato raggiunto per poco, ed i NO alle quote imposte dall’UE è stato del 98% dei votanti, che corrisponde comunque ad un buon
42% dell’intero corpo elettorale.
La questione comunque è che la maggioranza non si è espressa, e questo mi dispiace molto.
Chi se la ride sotto i baffi, adesso come 60 anni fa, è solo un figuro che ancora oggi muove i fili della nostra politica.


Inviato dal Veloce promemoria

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...