La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

Terremoto -qualche giorno dopo

 

Amatrice, 24 agosto 2016 (ANSA/ MASSIMO PERCOSSI)

Amatrice, 24 agosto 2016
(ANSA/ MASSIMO PERCOSSI)

Non sono un’esperta, quindi non so in che modo possano essere messi in sicurezza i nostri borghi senza snaturare la loro originaria bellezza.
Molte case sono antichissime, ci sono chiese medievali che meritano di essere salvaguardate e curate con i gioielli artistici che contengono.
Solo che molte di queste costruzioni sono state fatte con pietre assemblate  con calce, senza armatura in ferro,  quindi facilmente sgretolabili.
Ed ora vedo solo macerie, polvere e sassi, edifici squarciati da ferite profonde che mostrano ancora gli arredi ed i quadri alle pareti, quasi fossero gigantesche case di bambola. Dappertutto un velo grigio sul quale spiccano i colori delle tute dei soccorritori.


Quello che più mi sconvolge però sono altre immagini.


Un triciclo abbandonato in un cortile, l’insegna traballante di un bar su una parete semidistrutta,  una sedia di plastica sulla soglia di casa, un bucato steso che nessuno più ritirerà, la foto incorniciata di due sposi col vetro ancora intatto, mentre loro non ci sono più.
Ed una fontanella che continua ad erogare acqua limpida.
Immagini di una quotidianità che non tornerà più.

Una Risposta

  1. Quanto dolore, quanta disperazione, quanta dignità! 😦

    Liked by 1 persona

    27 agosto 2016 alle 21:01

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...