Nei sogni entriamo in un mondo che è interamente nostro.

Primo maggio

Festa dei lavoratori, festa dell’ipocrisia per un lavoro che diminuisce giorno dopo giorno mentre il governo ci riempie di bugie.
Sui palchi canti balli e comizi dei “soliti” schierati, e tutto ciò non solo mi lascia perplessa ma mi disgusta addirittura,  perché a fronte di disoccupati, inoccupati,   esodati, pensionati al minimo, ci sono i signori sindacalisti che conoscono il lavoro (degli altri) solo per sentito dire ma che percepiscono emolumenti non indifferenti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...