La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

Archivio per 12 marzo 2015

Informazione

 

giornali-quotidiani-marka--672x351Mattina…rassegna stampa dei giornali: una rapida occhiata dal cellulare.

Sulle prime pagine di quasi tutti i quotidiani, tutto regolare: l’assoluzione dell’ex premier, con la sua promessa (o minaccia) di tornare in campo.

Ma alcune notizie all’interno sono di altro genere, specialmente della cosiddetta “stampa nemica” (la stampa è o faziosa oppure ostile, non c’è nessuno che sia davvero imparziale).

Innanzitutto, quasi ogni testata punta il dito su un probabile sfascio di Forza Italia, mentre per l’assoluzione di Berlusconi ci sono varie versioni, ma tutte ovviamente di parte.

Per il Corriere, è esplicita la difesa dei PM milanesi.

Il Fatto rispolvera la vecchia dicitura del Caimano e Travaglio dice che è stato assolto “col trucco”, grazie alla legge Severino. A tal proposito, la legge Severino va bene se serve a far decadere Berlusconi da parlamentare, ma è un’iniquità se dovesse invece toccare De Luca, che corre regolarmente per la poltrona in Campania…Ah già, lui è del PD.

La Repubblica parla di “colpevole salvato”e di “amnesia e amnistia personale” (e con questo, Ezio mauro finisce nella black list all’ultimo posto, perfino sotto Travaglio)enega che ci sia una giustizia ad orologeria…

Allora spiegatemi una cosa: la frase “ Le sentenze non si discutono, ma si rispettano”, vale solo quando Berlusconi è giudicato colpevole?

Vale più un castello accusatorio montato dalla rossa Boccassini, o il giudizio di un collegio giudicante di ultimo grado, per giunta in gran parte appartenente a magistratura

democratica?

Con questo, sono nove le assoluzioni collezionate da Berlusconi. Sei processi estinti per avvenuta prescrizione (e la causa a chi sarebbe da imputare?). Restano in piedi altri tre processi, e solo una condanna (questa sì alquanto dubbia) per il processo Mediaset.