La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

Riposa in pace

Dignità

È morta per dignità.

Le sarebbe bastato negare il tentativo di stupro per aver salva la vita, grazie al perdono che, solo in quel caso, le avrebbe concesso la famiglia dell’ucciso.

E poi?

Il carcere?

Le frustate?

Cos’altro?

La “vita” nelle prigioni iraniane non è certo tenera con i reclusi, figuriamoci poi se donne. Avrebbe allora dovuto subire lo stupro per poi essere “solo” lapidata per aver avuto rapporti sessuali al di fuori del matrimonio come prescrive la sharia? Allora penso solo ad una vendetta: quella di una moglie “quasi” tradita nei confronti di una rivale giovane e bella ed a quella di un figlio (non so che età abbia) che si appresta a diventare come suo padre, arrogante, prevaricatore, irrispettoso.

 

10460678_808070045882185_8641384504279985660_n

Una Risposta

  1. accantoalcamino

    Profondo rispetto…

    "Mi piace"

    29 ottobre 2014 alle 11:00

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...