La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

Ciao professore

552957-robin_williams_1_license_to_wed

Oh! Capitano, mio Capitano, il tremendo viaggio è compiuto,
La nostra nave ha resistito ogni tempesta: abbiamo conseguito il premio desiderato.

Il porto è prossimo; odo le campane, il popolo tutto esulta.
Mentre gli occhi seguono la salda carena,
la nave austera e ardita.

Ma o cuore, cuore, cuore,
O stillanti gocce rosse
Dove sul ponte giace il mio Capitano.
Caduto freddo e morto.

O Capitano, mio Capitano, levati e ascolta le campane.
Levati, per te la bandiera sventola, squilla per te la tromba;
Per te mazzi e corone e nastri; per te le sponde si affollano;
Te acclamano le folle ondeggianti, volgendo i cupidi volti.

Qui Capitano, caro padre,
Questo mio braccio sotto la tua testa;
È un sogno che qui sopra il ponte
Tu giaccia freddo e morto.

Il mio Capitano tace: le sue labbra sono pallide e serrate;
Il mio padre non sente il mio braccio,
Non ha polso, né volontà;
La nave è ancorata sicura e ferma ed il ciclo del viaggio è compiuto.
Dal tremendo viaggio la nave vincitrice arriva col compito esaurito,

Esultino le sponde e suonino le campane!
Ma io con passo dolorante
Passeggio sul ponte, ove giace il mio Capitano caduto freddo e morto.

9 Risposte

  1. accantoalcamino

    😦 Un altro pezzo di me se ne va…

    "Mi piace"

    12 agosto 2014 alle 08:22

  2. Attonita, incapace ancora di metabolizzare questa perdita. Grazie Lori, meglio di queste parole per salutarlo non potevi. Isabella

    "Mi piace"

    12 agosto 2014 alle 09:58

    • Erano solo poche parole…questo pomeriggio ho aggiunto altre cose, ma per ricordare lui è sempre troppo poco 😦

      "Mi piace"

      12 agosto 2014 alle 17:08

      • E’ proprio triste cara Lori che se ne sia andato così e troppo presto per giunta. Ho letto anche il resto che hai scritto.Tutto giusto. Un bacione Isabella

        "Mi piace"

        12 agosto 2014 alle 20:04

  3. mario

    Tutto continua anche senza di te ………
    Ciao chissa’ perche’ mi e’ tornato in mente il carrozzone . Scherzi della mente .
    Ciao Capitano

    "Mi piace"

    12 agosto 2014 alle 11:22

    • Un po’ criptico, Mario…quale carrozzone?

      Tutto continua, certo, ma come si dice nel film “Cogli l’attimo, cogli la rosa quand’è il momento, perché, strano a dirsi, ognuno di noi in questa stanza un giorno smetterà di respirare, diventerà freddo e morirà. ” E’ la dura legge della vita, ma non possiamo fare nulla per mutarla.
      Un caro saluto, Mario
      Lore

      "Mi piace"

      12 agosto 2014 alle 17:10

  4. mario

    Commento d’impulso con parole di un vecchio testo di Zero il carrozzone appunto .Scerzo della mente appunto . L’unica e’ provare a vivere…..
    Daltronde come ricordava nel testo l’autore …. cibo per vermi .Un male che colpisce molti e in varie parti del mondo la repressione .Io stesso
    da 7 anni ne son preso . Ciao Lore bg

    "Mi piace"

    13 agosto 2014 alle 09:10

    • Dalla depressione non si guarisce mai completamente. Pure io, dal 2006. È alle spalle, però ogni tanto i momenti bui si riaffacciano. Non ricordavo la canzone di Renato Zero, pur avendola sentita mille volte. Beh, meglio pensare a qualcosa di più allegro, anche se il tempo non aiuta
      Buona giornata 🙂
      Lore

      "Mi piace"

      13 agosto 2014 alle 09:21

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...