La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

Canzoni per Milano – Ma mì

Una delle canzoni interpretate dalla regina delle canzoni della mala milanese, scritta nientemeno che da Giorgio Strehler su musica di Fiorenzo Carpi de Resmini. Il canto di un partigiano caduto in mano ai tedeschi a causa di una imboscata e che resiste alle torture pur di non tradire i suoi compagni.

La mitica Ornella Vanoni quest’anno compirà ottant’anni, ed ha iniziato la sua carriera proprio interpretando le canzoni della mala in collaborazione appunto con il regista Strehler, passando poi a un genere più romantico, forse in contemporanea con la sua relazione con Gino Paoli che le dedicò “Senza fine”, una delle sue più belle interpretazioni.

La canzone seguente è i dialetto, ma non credo che serva una traduzione (e spero che Isabella sia contenta di questa mia scelta).

Serom in quatter col Padola, 
el Rodolfo, el Gaina e poeu mi: 
quatter amis, quatter malnatt, 
vegnu su insemma compagn di gatt. 
Emm fa la guera in Albania, 
poeu su in montagna a ciapà i ratt: 
negher Todesch del la Wermacht, 
mi fan morire domaa a pensagh! 
Poeu m’hann cataa in d’una imboscada: 
pugnn e pesciad e ‘na fusilada… 
Ma mi, ma mi, ma mi, 
quaranta dì, quaranta nott, 
A San Vittur a ciapaa i bott, 
dormì de can, pien de malann!… 
Ma mi, ma mi, ma mi, 
quaranta dì, quaranta nott, 
sbattuu de su, sbattuu de giò: 
mi sont de quei che parlen no! 
El Commissari ‘na mattina 
el me manda a ciamà lì per lì: 
“Noi siamo qui, non sente alcun- 
el me diseva ‘sto brutt terron! 
El me diseva – i tuoi compari 
nui li pigliasse senza di te… 
ma se parlasse ti firmo accà 
il tuo condono: la libertà! 
Fesso sì tu se resti contento 
d’essere solo chiuso qua ddentro…” 
Ma mi, ma mi, ma mi, 
quaranta dì, quaranta nott, 
A San Vittur a ciapaa i bott, 
dormì de can, pien de malann!… 
Ma mi, ma mi, ma mi, 
quaranta dì, quaranta nott, 
sbattuu de su, sbattuu de giò: 
mi sont de quei che parlen no! 
Sont saraa su in ‘sta ratera 
piena de nebbia, de fregg e de scur, 
sotta a ‘sti mur passen i tramm, 
frecass e vita del me Milan… 
El coeur se streng, venn giò la sira, 
me senti mal, e stoo minga in pee, 
cucciaa in sul lett in d’on canton 
me par de vess propri nissun! 
L’è pegg che in guera staa su la tera: 
la libertà la var ‘na spiada! 
Ma mi, ma mi, ma mi, 
quaranta dì, quaranta nott, 
A San Vittur a ciapaa i bott, 
dormì de can, pien de malann!… 
Ma mi, ma mi, ma mi, 
quaranta dì, quaranta nott, 
sbattuu de su, sbattuu de giò: 
mi sont de quei che parlen no! 
(gridando) Mi parli no!

4 Risposte

  1. mario

    Forse la migliore Ornella di sempre . Non che dopo non abbia interpretato bei pezzi , ma ,….comunque opinione personale . leggevo il testo e pensavo di capirlo . Per fortuna mi e’ sorta la curiosita’ di ascoltare il pezzo successivo .Giorgio Strehler ,istruendo la Milva , chiarisce quel che e’ stato .Un maestro coi fiocchi .Vallo a trova’” nantro” cosi’ oggi . ciao Lore bg

    "Mi piace"

    7 febbraio 2014 alle 12:52

    • Milva l’ho sempre trovata troppo “teatrale”, troppo “caricata”… ovvio che sia sempre un’ottima interprete. La mia preferenza però è andata alla Vanoni perché è nata con questo tipo di canzoni e perché è milanese DOC.
      Nulla da dire invece sulle spiegazioni del Maestro Strehler ( del resto triestino, anche se Milano è la sua città artistica di adozione).
      Buon pomeriggio, Mario 🙂
      Lore

      "Mi piace"

      7 febbraio 2014 alle 17:18

  2. Leonardo Ricciardi

    anche io preferisco la Vanoni “giovane” alla sofisticata signora che è diventata poi… certo Strehler ci ha messo del suo, e sia Milva sia la Vanoni gli devono molto..

    "Mi piace"

    8 febbraio 2014 alle 16:33

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...