La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

Archivio per 5 gennaio 2013

Immagine

Per questa notte….


Lo spione

Mi sento suddita e non cittadina.

Ho letto, in parte, il “redditometro” tramite il quale saremo spiati in ogni nostra mossa.

redditometro-parametri

Io sono di quelle persone che usano pochissimo contante, in pratica solo per acquistare i quotidiani, un caffè al bar e qualche spesuccia di basso costo – sempre più rare -; per ogni acquisto utilizzo bancomat e carte di credito, per altri pagamenti il RID o i bonifici, quindi ogni mia transazione, da anni, è costantemente monitorata. Ma il pensiero che Befera e la sua squadra possano invadere la mia privacy, vedendo quanto spendo per vestiario, mobili, spese mediche, meccanico, consumi elettrici e telefonici, eccetera eccetera, mi fa letteralmente imbestialire. Non mi vengano a dire che non avendo nulla da nascondere non ho neppure nulla da temere: è l’invadenza di questo stato che si arroga il diritto di stabilire quali spese siano congrue o meno con il mio reddito, stabilendo perfino quale esistenza sono autorizzata a vivere, che mi fa incavolare di brutto.

Da liberale quale sono, l’invasione nella mia sfera privata mi disturba assai e mi chiedo a che diavolo serva il garante della privacy se poi questa viene costantemente violata. E mi imbufalisco sempre più al pensiero che queste misure miserabili non servono assolutamente a nulla, perché chi delinque e chi evade continuerà tranquillamente a farlo.