La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

c’è poco da essere Allegri…

Iniziato il campionato, iniziata la Coppa Campioni, per par condicio e per obbligo familiare io, juventina da una vita, debbo sorbirmi anche le partite del Milan. E ieri sera, in uno stadio con molti posti vuoti, non è stato un bel vedere, perché è stata giocata alla “primo, non prenderle”, anche se nel secondo tempo, specie dopo l’entrata di El Saaharawi si è visto qualche miglioramento (ed anche un po’ di scalogna).

Solo che adesso tutti se la pigliano con il mister.

Io paragono l’allenatore ad uno chef: se ha ottimi ingredienti e li sa combinare bene, il risultato sarà ottimo. Però, se gli fornisci materiale appena appena buono, non potrà fare miracoli.

Anche perché , guarda caso, sia Ibrahimovic che Thiago Silva (i due gioielli ceduti per vil denaro) ieri sera hanno segnato per il Paris Saint Germain…

E poi volete dar tempo a questo povero diavolo di amalgamare i giocatori che stanno assieme da pochissimo tempo?

(nella mia difesa c’è pure un pizzico di opportunismo… Più avanti vanno in Champion, meno possono concentrare gli sforzi sul campionato!).

Chissà che ne pensa l’artefice di questa situazione, ossia lo zio Fester-Galliani?

3 Risposte

  1. icittadiniprimaditutto

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

    "Mi piace"

    19 settembre 2012 alle 16:23

  2. Nella mia presentazione delle squadre scritta per il sito del Guerino, ero da subito scettico riguardo il Milan, e lo sono stato ancora dopo, nonostante gli acquisti last time di De Jong, Pazzini e Bojan. Allegri avrà avuto le sue colpe nella gestione dello spogliatoio, anticamera del fuggi fuggi generale dei senatori ma non si può da parte della dirigenza smantellare uno squadrone vincente negli anni e consegnare una rosa così indebolita all’allenatore. Secondo me Max dovrebbe dimettersi, tanto il rapporto è incrinato e ormai ci si aspetta solo il prossimo mezzo passo falso. Di certo la cosa lampante e risaputa è che i figli del Berlusca non hanno la minima intenzione di spendere soldi per la creatura del padre, per il suo giocattolo preferito, capace con lo specchietto dei trionfi sul campo negli anni ’90 di lanciarlo in pompa magna in politica, garantendogli successo.

    "Mi piace"

    20 settembre 2012 alle 19:48

    • Non vedo perché Allegri dovrebbe dimettersi, rinunciando così al suo compenso. Se gli hanno smantellato la squadra senza provvedere a ricambi adeguati anche generazionali, non è certo colpa sua. Elenco qui quanti, vuoi per ragioni economiche, vuoi per scadenza contrattuale, vuoi per limiti di età, hanno lasciato la squadra:
      Seedorf, Zambrotta, Inzaghi, Cassano, Thiago Silva, Ibrahimovic, Maxi Lopez, Nesta, van Bommel Gattuso e forse c’è qualcun altro che non ricordo, in pratica una squadra completa. E non parliamo dei frequentissimi infortuni, Pato fra tutti ( e in Brasile ha sempre giocato senza problemi…). Che il giocattolo non piacesse neppure più al suo creatore lo si evinceva anche dal fatto che Berlusconi non ha presenziato alla partita, pur in assenza di impegni “istituzionali”.
      Mi sembra davvero il caso di dire “povero diavolo”….

      "Mi piace"

      21 settembre 2012 alle 17:21

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...