La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

Archivio per 22 marzo 2012

Specchio delle mie brame…


I cretini, si sa, non hanno patria né nazionalità.

Allo Spiegel, ( Specchio appunto) sul quale un giorno sì e l’altro pure attaccavano sempre l’Italia, iniziando con il piatto di spaghetti “condito” da una P38

e finendo con Schettino e sottindendendo che noi tutti siamo codardi come lui (meglio comunque codardi che assassini nazisti), adesso l’aria è cambiata.

Adesso parlano di Mario Monti che, pur non essendo stato eletto è molto amato… Ma da chi?

Forse da loro, da noi certamente no, semmai solo tollerato. Sentire come i giornalisti teutonici parlano di Monti rasenta l’apologia.

 

“Monti, italiano colto, capace, umile, cui tutti nel mondo rendono omaggio, che dice cose intelligenti (magari in tedesco?)…ed i politici che ormai non contano più nulla devono approvare ciò che Monti decide altrimenti il popolo si arrabbia.” (parole dei giornalisti…)

Premesso che parlare di decisione di una sola persona significa parlare di “dittatura” (e loro forse se ne ricordano ancora, magari approvandola), vaglielo a dire che il popolo si arrabbia… Sicuro! Ma con Monti! Certo, sono arrabbiati i pensionati cui è stata bloccata la pensione, la gente comune che vede aumentata l’IVA le bollette il carburante i generi alimentari, strozzata da IMU e altri balzelli più o meno palesi, mentre la casta, cui il premier appartiene non è stata minimamente sfiorata. I tedeschi sono un popolo diligente, preciso, volenteroso, lavoratore…ma anche tra di loro allignano i cretini.