La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

Lezione di piccola economia domestica

Caro presidente Monti

Quest’anno avrei voluto cambiare la tenda che protegge il mio balcone dal sole; una spesa non indifferente, data la lunghezza dello stesso e la trasformazione del meccanismo da manuale ad elettrico. Causa la sua manovra sarò costretta a rinunciarvi, visto che dovrò pagare una IMU piuttosto salata, mentre precedentemente godevo dell’esenzione ICI quale prima casa, e che la tenda stessa dallo scorso anno è aumentata notevolmente di prezzo per il rincaro dei carburanti, dell’IVA e delle tasse che l’azienda produttrice dovrà pagare. Così l’impresa che fabbrica le tende avrà un cliente in meno. Se altri dovessero fare come me, rinunciando all’acquisto, la ditta dovrà licenziare alcuni dipendenti ed il costo della Cassa Integrazione ricadrà sulla collettività, una parte quindi toccherà anche a me.

Nel frattempo anche le uscite per pranzare al ristorante sono diminuite, ed il gestore, che ha visto calare il suo giro di affari, è stato costretto a licenziare un cuoco ed un cameriere, e pure questo costo ricadrà in parte sulle mie spalle; mangeremo a casa, ma i generi alimentari sono aumentati per i fattori di cui sopra, annullando di fatto il risparmio immediato dovuto alla rinuncia del pasto fuori casa. Anche il benzinaio ha visto diminuire i propri clienti… Un sacco di negozietti stanno chiudendo, strangolati dalla crisi economica.

Lei potrà obiettare che per l’acquisto della tenda potrei ricorrere ad un prestito bancario, ma mi chiedo perché dovrei contribuire a far ingrassare ulteriormente gli istituti di credito, gli unici a godere di questa crisi…

Ma lei, calmo, pacato e sobrio, continua a parlarci di decreto crescItalia…

Allora concordo con una battuta letta girovagando su internet…

“L’Italia e’ una nazione bagnata da tre mari ed affossata da Monti”.

Cordialmente

Loredana

7 Risposte

  1. Continuo ad essere speranzoso ma anche questa volta sono lì lì per darti ragione sigh. Parlando seriamente se questi non mettono mano al lavoro e non COSTRIGONO GLI ISTITUTI DI CREDITO a rimettere in circolazione flussi di denaro ovvero la liquidità per l’ imprese e le famiglie saranno problemi seri in più devono tagliare la spesa pubblica in maniera seria e decisa non facendo favoritismi. toccare l’ articolo 18 è una cazzata significa affosare ancora di più i consumi.Ciao Lore buonanotte un abbraccio.

    "Mi piace"

    20 marzo 2012 alle 23:53

    • Il prossimo blog sarà appunto sulle banche. Ma l’art.18 non c’entra e poi “protegge ” solo una minima parte dei lavoratori

      "Mi piace"

      21 marzo 2012 alle 09:10

  2. icittadiniprimaditutto

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

    "Mi piace"

    21 marzo 2012 alle 08:57

  3. sempre interessanti i tuoi articoli ma anche spesso particolarmente amari.. che dire sull’attuale governo? il male minore, stanno applicando misure magari necessarie ma alquanto dolorose e talvolta inaudite per la povera gente! mai politici come Berlusconi o Bersani avrebbero approntato certe questioni, sennò addio voti!

    "Mi piace"

    21 marzo 2012 alle 12:28

    • ma c’è un limite…se vedi, tutti parlano dell’ulteriore calo del PIL. Certo che molte misure erano necessarie, ma se mungi troppo la vacca, dopo non dà più latte…e non dimenticare l’ostruzione fatta sempre e comunque dai sindacati, uno in particolare, specie per motivi esclusivamente ideologici.

      "Mi piace"

      21 marzo 2012 alle 16:24

  4. sì, sono d’accordo– le famiglie medie non ce la fanno più. Guarda che, tanto per farti un esempio, io che faccio circa un centinaio di km al giorno tra andata e ritorno per andare al lavoro, spendo circa 200 euro al mese di gasolio. Ti sembra normale? E’ praticamente un altro affitto, oltre al mutuo che già pago e alle immancabili bollette! 😦

    "Mi piace"

    21 marzo 2012 alle 16:33

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...