La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

La vita continua…

Frase fatta: la vita continua…

Certo, la vita continua, si ripetono i soliti gesti, si incontrano le solite persone, però ci si rende conto che non sarà più la stessa. Qualcosa di importante è cambiato. In peggio, per la perdita di un amico, e contemporaneamente in meglio per quanto ci ha lasciato. Lo scrivo soprattutto per Antimisia, particolarmente legato a Carlo; passo quotidianamente sul suo blog, ma non avverto cenni di ripresa, però ho pazienza, e so aspettare. Piano piano si riprenderà pure lui.

Anche se virtuali, a certi amici ci si affeziona veramente, lo stesso qualche anno fa è successo a me, che ho passato un brutto Natale a causa di una notizia fortunatamente “fasulla”, però il dispiacere in quel momento è stato davvero grande. Lo stesso succede per certi “tradimenti”: alcune persone, senza nessuna motivazione, scompaiono e ci lasciano un senso di vuoto, difficile da colmare.

La vita continua, ed allora sto cercando di riordinare le idee ed i ricordi del viaggio in Danimarca. Questa volta non ho preso appunti sulla mia inseparabile Moleskine, non ne sentivo davvero il desiderio; nei momenti di calma oppure prima di coricarmi invece di scrivere un breve resoconto della giornata preferivo leggere un libro che mi ero portata dietro o riempire uno schema di sudoku. Scriverò un breve resoconto in questi giorni, con calma, andando a memoria…

La vita continua, si riallacciano i fili della realtà quotidiana, mi faccio forza per non ricadere nel buco nero della depressione, sempre in agguato dietro l’angolo, perché so che molto dipende da me, anche se l’aiuto di chi sta vicino è sempre prezioso. La vita continua, fuori splende il sole di questo splendido autunno, e cerco di pensare solamente a questo…

4 Risposte

  1. icittadiniprimaditutto

    icittadiniprimaditutto reblogged this on i cittadini prima di tutto.

    "Mi piace"

    1 novembre 2011 alle 16:42

  2. Loredana cara, di fronte alla perdita di Persone care, siamo inpotenti e svuotati , come un pugile dopo
    aver subito un terribile KO.
    Il tempo non cancellerà il ricordo, ma ci darà quella giusta dose per andare avanti.
    Ti abbraccio
    Gina

    Ps
    Il Nostro Antimisia per ora ci sarà un po’ lontano.
    Ma ilTtempo lo farà tornare a conversare con Noi.
    Ti Abbraccio, Amico caro

    "Mi piace"

    3 novembre 2011 alle 07:39

  3. mario

    la vita continua . vero almeno per chi momentaneamente sopravvive.ogni giorno il sole continua a sorgere ad est anche se non a tutti e’ dato vederlo .ho scelto di non scrivere commenti sulla perdita di Carlo perche’ non ero non son stato capace di trovare parole adatte ,conoscendolo da pochissimo, e mi sono limitato a leggere le vostre riflessioni .piu’ volte ,come del resto penso succeda a tutti, la morte mi ha sfiorato portandosi via persone care .ogni volta mi chiedo dove andranno .non ho mai saputo rispondermi.per mia fortuna ? ho sempre trovato il modo di passare oltre pur rimanendo in me il quesito. mi era parso ,leggendolo ,che Carlo avesse una “fede” . se cosi’ spero per lui che abbia trovato cio’ in cui credeva .destino migliore ,almeno, di chi come me questo “dono” non lo ha.lore la vita continua….ciao e bg

    "Mi piace"

    3 novembre 2011 alle 09:45

  4. Non lo conoscevo da molto nemmeno io Mario…ho riletto i suoi commenti, ed il primo data dal gennaio di quest’anno. Sembra strano come si ci possa sentire in sintonia con persone che non hai mai visto, ma con alcune appunto succede. Carlo probabilmente aveva la “fede” cui accenni, ma senza dubbio possedeva la spiritualità che non sempre si accompagna al credere o meno… La morte è un fatto che presto o tardi tocca tutti, e per esperienza so che al dolore dei primi momenti subentra poi, per nostra fortuna, solo il ricordo dei momenti migliori, ed è questo ricordo che mantiene “vive” le persone, anche se fisicamente ci mancano.
    Per il resto, il senso dell’esistenza ciascuno lo ricerca in modo diverso. chi spera in un mondo ultraterreno,altri che vivono secondo il “carpe diem”… Credo che la cosa migliore sia vivere nella migliore più consona a ciascuno di noi.

    Un caro saluto, Mario

    Lore

    "Mi piace"

    3 novembre 2011 alle 17:55

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...