La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

Voltagabbana

 

In un certo senso, questo post è dedicato a Carlo, che parla sempre di coerenza ed onestà.

Già, perché l’ultimo esempio lo si è visto nella questione di Daniela Melchiorre, una persona che ha fatto della coerenza (?) la sua bandiera. Già sottosegretario alla Giustizia nel governo Prodi, è passata al PDL nel 2008, per poi ripassare all’opposizione nel neocostituito gruppo dei Liberaldemocratici, votando la sfiducia al Governo nel gennaio 2009, infine al Terzo Polo nel dicenbre dello stesso anno e da ultimo ritorno ai Liberaldemocratici, tra i quali ha ricoperto ancora l’incarico di sottosegretario allo Sviluppo economico nell’attuale governo Berlusconi. Ora, dopo le dimissioni, chissà dove approderà…

Come ironicamente ha commentato il sottosegretario alla Difesa Guido Crosetto

«Mancherà al Paese tutto il suo enorme bagaglio culturale, il suo alto profilo morale, il suo eccelso senso delle istituzioni. L’Italia perde un pilastro che sarebbe stato fondamentale per rilanciare l’economia e rendere più credibili le istituzioni. Mi auguro che i valori che lei ed il suo gruppo hanno sempre difeso e rappresentato, permeino fino in fondo lo spazio politico dove decideranno di approdare lei e Tanoni».

Ma quello che più mi fa indignare non è la questione del cambio di bandiera: ognuno è liberissimo di cambiare idea, per carità (come Scilipoti…:-) ), ma il fatto è che io elettore ti ho votato e scelto affinché tu politico mi rappresentassi in un determinato schieramento, quindi tu, politico, non puoi permetterti di saltare da un partito all’altro. Se poi questo schieramento è nuovo di trinca….chi ha raccolto le firme affinché questo potesse essere ammesso alle elezioni? (come è successo nel caso di Futuro e Libertà, mai legittimato da nessuno).

2 Risposte

  1. Carlo

    Grazie, cara Loredana, per la tua gradita intenzione ed attenzione per un post dal contenuto molto profondo e sentito sicuramente da tantissima gente. Bi-tripartisan…
    Quell’onestà intellettuale è sinonimo indissolubile di credibilità. In ogni campo.

    "Mi piace"

    29 Maggio 2011 alle 18:30

  2. Viene istintivo, Carlo, vedendo il comportamento di tanti politici…triste constatare come si comportino, dai livelli + alti a quelli inferiori…
    mah, divento sempre più disillusa

    Ciao, e tante belle cose, almeno speriamo

    Loredana

    "Mi piace"

    29 Maggio 2011 alle 18:50

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...