La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

9 maggio…La Cina è vicina…

 

Avevo promesso a mio marito di regalargli l’ennesimo Stetson. Dopo il cappello nero e quello nocciola, ora è la volta di quello color panna. E dove acquistarlo se non da Melegari? Così piano piano, dalla via Farini siamo arrivati in via Paolo Sarpi…in piena Chinatown. E qui una gradevolissima sorpresa. Ci mancavamo da circa un anno, e la ricordavamo con un traffico caotico e piena di botteghe cinesi tipo discount, con merci accatastate disordinatamente in grossi scatoloni di cartone.

 

Adesso è completamente trasformata. Innanzitutto è diventata zona pedonale, con un bel passeggio di gente; poi è stata creata pure qui una ciclabile e, aboliti completamente i marciapiedi, sono state create delle aiuole verdi intervallate da filari di piante. Le botteghe disordinate, anche se sempre cinesi, sono diventati negozi piacevoli a vedersi. Tutto un altro mondo, in così poco tempo, anche se la zona è rimasta prettamente orientale… In più, da una parte all’altra della via, tantissimi fili dove sono appesi moltissime bandierine tricolori.

 

 

Negozi di abiti si alternano a quelli di articoli in pelle e di bigiotteria. Non mancano, naturalmente, i ristoranti, ma anche lavori di fine oreficeria o di suppellettili in giada ed avorio, lavorati con pazienza davvero cinese!

Melegari è sempre lo stesso, da non so quanti anni, mi sembra dati addirittura dal 1914. Un negozio dallo stile vecchiotto, su vari piani, scaffalature di legno, forme sempre di legno per la fabbricazione di cappelli artigianali in feltro e poi i reparti dei Borsalino e degli Stetson, passione del consorte, e che tra l’altro gli stanno pure bene e si integrano perfettamente con il pizzetto alla Kit Carson.

2 Risposte

  1. Ah! Ho capito!
    A te piace Tex Willer (Aquila della Notte era il mio nick da CB)e hai costretto tuo marito a trasformarsi in Kit Carson. Mmh…
    Oppure tuo marito ti ha trasmesso i suoi gusti in fatto di fumetti… oppure questo discorso non c’entra niente. Comunque mi piace leggere il tuo diario di viaggio e mi piacciono i tuoi commenti fotografici. Ciao ciao. Giancarlo

    "Mi piace"

    13 Maggio 2011 alle 08:18

  2. hehe…come avrei voluto essere la dolce Lilith….
    Comunque, il pizzetto mio marito se l’è lasciato crescere autonomamente, ma con mia grande soddisfazione 🙂

    Ciao e buona serata 🙂

    Loredana

    "Mi piace"

    13 Maggio 2011 alle 16:38

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...