La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

Arrigoni

La morte dovrebbe passare sopra a tutte le miserie umane, piccole o grandi che siano. La morte dovrebbe insegnarci qualcosa. Non sempre è così.

La madre di Vittorio Arrigoni, cui va tutta la mia commiserazione per il modo incivile in cui è stato ucciso il figlio, si è rifiutata di far transitare il feretro dello stesso attraverso il territorio di Israele, – giustificando l’azione come conseguenza delle idee del ragazzo – e continuando così una spirale di odio.

Israele avrà i suoi torti, certamente, ma non è che i Palestinesi siano innocenti, attuando un terrorismo estremo contro i civili, vedi il recente attentato ad Itamar, in cui i terroristi hanno “coraggiosamente” massacrato  cinque persone, padre, madre e tre bambini, di undici e di tre anni e l’ultimo dei quali di due mesi appena.

121629670-e42c120f-1e29-4e07-a98d-aab212b87604.jpg

 Alla luce di questi fatti non posso che chiamare “attivista” Vittorio Arrigoni, e non certo “pacifista”, perché quest’ultimo appellativo spetta solamente a coloro che NON parteggiano per nessuna delle due fazioni in causa, ma si prodigano perché venga raggiunto un accordo tra esse.

Ritengo quindi sbagliata l’azione della madre di Vittorio il quale, per avversione della sorte, è stato ucciso proprio da uno della parte che egli sosteneva.

5 Risposte

  1. 🙂 ,
    buona serata
    daniele

    "Mi piace"

    20 aprile 2011 alle 18:36

  2. Carlo

    Nella morte siam tutti fratelli e sorelle.
    La morte dovrebbe insegnarci che lì, proprio lì, siam tutti uguali.

    "Mi piace"

    21 aprile 2011 alle 10:09

    • …. ‘a livella…..
      come la stupenda poesia di Totò…

      Ma mentre lui poneva l’attenzione sulle differenze di casta, io invece consideravo che l’odio non ha senso, specialmente dopo la morte, perché altrimenti si innesta una spirale di odio, una faida continua che non ha alcun senso….

      "Mi piace"

      21 aprile 2011 alle 15:08

  3. Carlo

    Certo Loredana, la morte dovrebbe accomunarci, renderci uguali, senza alcun altro riferimento di contingenze, di spazio e di tempo, di ideologie o credi o filosofie, di censo… e di sentimenti!
    Già, altrimenti… non ha alcun senso.

    "Mi piace"

    22 aprile 2011 alle 11:50

  4. Ancora un caro saluto, Carlo, rinnovandoti gli auguri per una Pasqua serena

    "Mi piace"

    22 aprile 2011 alle 15:05

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...