La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

Le spalle

Sono una grande estimatrice di Totò. Dovessi dire che mi piacciono tutti i suoi film sarebbe una bugia. Ad esempio non sopporto le prime interpretazioni, dove l’attore si esibisce con smorfie e mossette, ma è comprensibile, tante pellicole erano solo una trasposizione dell’avanspettacolo allora in auge. Nemmeno alcuni a colori, girati successivamente mi piacciono molto, in quanto vi si nota un palese istinto commerciale, di cassetta.

Ma quelli in bianconero anni 50/60? Sono incomparabili, e molto è dovuto anche alle “spalle”, che è riduttivo denominare in questo modo, data la levatura dei personaggi.

Tra i migliori senza dubbio Peppino de Filippo, che interpretò al suo fianco tantissimi film, a volte nella parte del fratello del personaggio, come in “Signori si nasce” e nel magnifico “Totò Peppino e la malafemmina, un piccolo capolavoro di umorismo con le cele bri scene della stesura della lettera e dell’arrivo a Milano con la richiesta di informazioni al “ghisa”.

Subito a seguire Aldo Fabrizi che, ne “I tartassati” o in “Guardie e ladri” ha saputo delineare personaggi diversissimi di carattere, nel primo un sottufficiale della finanza che esegue un controllo fiscale a Totò, titolare di un negozio di tessuti, e nel secondo un agente di polizia che insegue un ladruncolo (sempre Totò) prendendosi cura della sua famiglia durante la detenzione di questi.

Indimenticabile anche Paolo Stoppa, ne “Siamo uomini o caporali?” e Gino Cervi ne “Il coraggio” o Vittorio de Sica , cointerprete de “I due marescialli”.

Per non parlare poi di uno straordinario Nino Taranto, che interpretò con lui varie pellicole, tra le quali la più bella è senza dubbio”Totò truffa”

 

La personalità di Totò surclassava tutti, ovviamente, ma molto del suo successo è dovuto anche all’apporto di questi straordinari attori che lo coadiuvavano.

12 Risposte

  1. Carlo

    Spalle? E che fior di spalle!
    E quel grande Mario Castellani, autentica spalla storica di Totò? Chi non ricorda per esempio l’onorevole Cosimo Trombetta nello stesso scompartimento sul treno con Totò e la celebre, storica espressione del principe: “ma mi faccia il piacere! se ne vata, se ne vata!” che divenne e restò un efficace giudizio popolare per definire e stigmatizzare certe incoerenze (di cui dicesi, fra l’altro, in altri post!).

    Pellicole davvero uniche, come quelle di Don Camillo!
    Nella… forma e nei contenuti. Davvero incomparabili.

    "Mi piace"

    11 aprile 2011 alle 18:13

    • Hai ragioneeeeeeeeeee
      me lo sono dimenticato 🙂
      grazie per l’appunto 🙂

      Un caro saluto 🙂

      Loredana

      "Mi piace"

      11 aprile 2011 alle 18:30

  2. bello il post a parlare di Totò mi viene in mente la mia infanzia..
    ciao e buona serata

    "Mi piace"

    11 aprile 2011 alle 20:47

  3. vero conoscere è difficile troppa chiusura nella vita in genere
    notte
    daniele

    "Mi piace"

    11 aprile 2011 alle 22:53

  4. Grandissima Figura del nostro cinema.
    Totò ( come spesso succede da noi) non è stato
    subito apprezzato, ma col tempo la sua
    bravura ha cancellato per sempre i suoi anni “bui”.

    Grazie Loredana
    Un Affettuoso Ciao
    Gina

    Ps
    Dimenticavo il bravissimo
    Carlo Croccolo sua spalla memorabile
    in : Signori si Nasce.

    "Mi piace"

    12 aprile 2011 alle 07:59

    • Un ottimo Carlo Croccolo che, solitamente, interpretava il cameriere personale di Totò, sempre sottopagato (se non pagato per niente addirittura).
      Ma non in molti sanno che Carlo Croccolo fu anche doppiatore di Totò, quando l’attore, ormai quasi cieco, non poteva più doppiare se stesso nelle scene girate in esterno, anzi, era l’unico doppiatore “accreditato” da Totò medesimo.
      Un abbraccio caro. 🙂
      Loredana

      "Mi piace"

      12 aprile 2011 alle 15:03

  5. Carlo

    @sonoqui.
    Hai ragione. Uno “spezzone” di un film di Totò con Carlo Croccolo è diventato il simbolo della denunzia degli incredibili, assurdi sprechi di una famosissima trasmissione di prima serata. “E io pago! E io pago!”.
    Un’altra… simbologia che è diventata popolarissima e che, da sola, dice assai assai!
    Un cordiale saluto.

    "Mi piace"

    12 aprile 2011 alle 09:50

  6. Carlo

    Ossia. come da certi stupendi personaggi e situazioni, anche cinematografiche, possa scaturire un grande, concreto insegnamento che dura nel tempo, non solo a livello emotivo individuale, personale ma anche di costume, sociale.

    Pasquale
    (dal pc e, data l’ora. le 13:00, quella reale non quella del tuo blog, Loredana, dal caffè del Carlo).

    "Mi piace"

    12 aprile 2011 alle 12:00

    • E’ questo il vero nocciolo delle commedie di Totò, un piccolo universo di pregi e difetti umani….

      Non posso modificare l’ora del blog, purtroppo quella è rimasta sull’ora solare 🙂

      Buon caffè.

      Loredana

      "Mi piace"

      12 aprile 2011 alle 15:04

  7. Tototruffa è decisamente il mio preferito di Totò 🙂

    A proposito di film girati a Napoli, conosci “pacco, doppiopacco e contropaccotto”? Da sbellicarsi dalle risate 😀

    Giancarlo

    "Mi piace"

    12 aprile 2011 alle 14:47

    • Certamente, Giancarlo…ef hai pienamente ragione. Un bellissimo film, nel vero spirito della commedia partenopea. 🙂

      Buona giornata 🙂

      Loredana

      "Mi piace"

      12 aprile 2011 alle 14:59

  8. pierre

    e mi pareva che non poteva mancare il tuo amatissimno Totò con compagnia aggiunta!
    Salutiii
    Pierpaolo

    "Mi piace"

    19 aprile 2011 alle 17:22

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...